Campi lavoro - Vacanze Studio

Presentazione Campi Internazionali


I campi internazionali di volontariato con MedAmbiente

I campi di lavoro, vacanze e studio internazionali di MedAmbiente hanno alla base un'idea di solidarietà e di cooperazione Mediterranea e internazionale: attraverso un'attività concreta e l'incontro di giovani di tutto il mondo, i campi permettono di vivere, nel quotidiano una esperienza concreta, valori del dialogo, della convivenza e della pace tra popoli.  I campi di lavoro vacanze e studio Internazionali nascono e si diffondono come proposta concreta per associazioni, enti e comunità locali; propongono attività sociali senza fine di lucro, coinvolgono, giovani, meno giovani e forze sociali del territorio dove si svolgono.

Il lavoro nei campi internazionali - oltre che a realizzare obiettivi concreti - ha un valore formativo ed educativo alla socialità, a relazioni collaborative e cooperative, alla responsabilità comune in uno spirito di solidarietà e impegno civile. MedAmbiente propone ogni anno molti progetti in tutti i continenti grazie alla Federazione Internazionale Mediterraneo & Ambiente, network di organizzazioni che promuove il volontariato. La conoscenza consolidata con i partner, che operano tutti a stretto contatto con associazioni, comunità locali e internazionali, garantisce la qualità dei progetti proposti ai quali partecipano ogni anno centinaia di volontari italiani e stranieri coinvolti nei campi lavoro vacanze e studio in Italia e all’estero organizzati da MedAmbiente insieme a associazioni di promozione sociale, ambientali, culturali e antirazziste, enti locali, provinciali e regionali e gruppi di giovani che operano nelle diverse regioni e fedi italiane ed estere. Nei luoghi più suggestivi conoscere la natura, la cultura e le tradizioni locali.

Se proprio avete un dubbio irrisolto, scriveteci una mail o fate una telefonata all’Organizzazione MedAmbiente.  Per Informazioni: E-mail: segreteria@medambiente.it

Nell'ambito dei campi sono previsti, lezioni teoriche e pratiche, immersioni, visite, convegni sul rispetto del mare, sviluppo sostenibile, su geologia, sistemazioni di aree attrezzate, ecosistemi marini, archeologia marina, visite a mostre inedite  su vari temi, distribuzione di materiale formativo ed informativo, feste del mare, feste della montagna, escursioni, studi su tradizioni culturali e  religiose.

Varie le uscite e i lavori da eseguire con visite dei centri storici e le loro chiese, incontri con le contrade dei comuni con studio sulla civiltà contadina e loro tradizioni, dibattiti nelle comunità di accoglienza per la reazione di una rete di Ambientalisti e Pacifisti, studi petrolchimici sul territorio, escursioni per la catalogazione della flora e della fauna, escursione nei fiumi, pulizia di sentieri alla ricerca di piccoli frutti, trekking naturalistici, interventi di salvaguardia boschiva con i cittadini dei comuni interessati, creazione di un orto biologico, sistemazione a dimora di piantine per ogni campo, visite guidate con il gruppo speleologico di MedAmbiente nelle cavità naturali e artificiali dei Parchi.

  1. corsi di arrampicata sportiva e tecniche su corda con esperti del Gruppo Arrampicatori di MedAmbiente, della Federazione Arrampicata Sportiva Italiana e del Coni, con la direzione Sport e Ambiente di MedAmbiente. Trekking nelle località suggestive del mediterraneo, Subacquea e Relitti nei fondali. Campi Vacanza e Studio con programmi educativi di 10-20 giorni di lavoro, studio e didattica ambientale, per gruppi seguiti da esperti della S.P.E.A.M. Scuola Permanente di Educazione Ambientale Mediterranea, e dai Club MedAmbiente International.
  2. Campi Vacanza e Studio con programmi educativi di dieci/venti giorni di lavoro, studio e ricerca geologica, petrografica e speleologica del territorio per gruppi seguiti da docenti universitari, dal gruppo speleologico di MedAmbiente, dai Club di MedAmbiente, e da Formatori del Terzo Settore (esperti in scambi internazionali).
  3. Campo Vacanza e Studio con programmi educativi di dieci/venti giorni di lavoro, ricerca sociale e ambientale per il recupero dei monumenti e studio dei miti e delle fedi religiose, per gruppi seguiti da docenti Universitari, dal Centro di Grafica Ambientale MedAmbiente, rappresentanti delle Diocesi Calabresi e dal Gruppo Guru Nanak di Religione Sik.
  4. Queste esperienze vedranno partecipare giovani di tutte le parti del mondo per diversi giorni, Volontari di età compresa tra i 18 e i 25 anni con un massimo di 150 partecipanti, che approfondiscono ampi temi sociali ed elaborano strategie per la salvaguardia ambientale del territorio ed aiuto verso problemi dell’emarginazione e della solidarietà.
  5. Il campo vacanza e studio che proponiamo ai giovani, è un breve periodo di convivenza autogestito che darà l’input per creare un centro socio ambientale internazionale per i giovani in Calabria per il Mediterraneo.
  6. Il metodo di formazione in esso usato sarà determinato dalle condizioni socio culturali di ogni gruppo partecipante e dai cittadini del territorio ai quali ci rivolgeremo, ed implicherà tecniche semplici e adatte a tutti, ed inoltre sarà impostato per coinvolgere i tantissimi giovani disinteressati al volontariato, per creare nuovi gruppi operanti nel Mediterraneo su specifici progetti.
  7. Per la realizzazione di questo progetto denominato “I Giovani MedAmbientini del Mediterraneo”, l’associazione “Federazione Internazionale Mediterraneo & Ambiente” con sede in Marina di Gioiosa Jonica RC, utilizzerà per un periodo di 12 mesi all’anno il centro operativo di Marina di Gioiosa Jonica e le varie sedi di MedAmbiente International, varie strutture private e scuole pubbliche, come centri di ricettività e di primo intervento dei giovani partecipanti ai campi, strutture che vengono rivitalizzate e risistemata nel corso dei campi lavoro.
  8. Anche la S.P.E.A.M. Scuola Permanente di Educazione Ambientale Mediterranea con sede in Marina di Gioiosa Jonica, sarà utilizzata per gli stessi periodi come centro di formazione e di accoglienza per i gruppi partecipanti.
  9. Il periodo di utilizzo delle strutture sarà suddiviso in campi, composti da almeno 25 persone fisse per almeno tre settimane per il periodo che va dal 1° Gennaio al 31 Dicembre.

 

 

Con le seguenti unità didattiche:

  • Terra e Turismo Sostenibile Mediterraneo
  • Ambiente Mediterraneo: la sfida del millennio.
  • Il Volontariato Ambientale, il Servizio di Volontariato Europeo e il Servizio Civile nel mondo giovanile.
  • Educare ed Educarsi alla Mondialità nel Mediterraneo.
  • Il Volontariato e il ruolo delle Associazioni nel Mediterraneo.
  • Quale politica Ecologica nel Mediterraneo.

Ogni campo sarà composto di n°:

  • 27 operatori interni
  • 04 Dirigenti Regionali MedAmbiente Calabria
  • 03 Dirigenti del Centro di Grafica Ambientale di MedAmbiente.
  • 06 Componente Consiglio Nazionale MedAmbiente Italy
  • 10 Dirigenti del Coordinamento Provinciale di MedAmbiente RC
  • 02 Volontari del Servizio di Volontariato Europeo
  • 02 Dirigenti della S.P.E.A.M. Scuola Permanente di Educazione Ambientale Mediterranea.

Ogni campo potrà ospitare un massimo di 100 partecipanti suddivisi per gruppi :

  1. Gruppo di volontari MedAmbiente non potranno superare le 40 unità.
  2. Gruppo di studenti da 17 a 25 anni non potranno superare le 30 unità
  3. Gruppi di studenti Universitari non potranno superare le 20 unità
  4. Singoli volontari partecipanti non potranno superare le 10 unità

I turni di Lavoro sono di 6 ore al giorno I turni di Studio sono di 3 ore al giorno

I turni di servizio saranno intervallati con 2 giorni di riposo per consentire ai partecipanti, ritiri, gite culturali, escursioni naturalistiche e feste. Nel corso dei campi parteciperanno vari esperti provenienti dal territorio regionale e nazionale per coordinare le varie unità didattiche.

 

 

Note Tecniche:

  1. I campi sono programmati in base al calendario organizzato dalla segreteria organizzativa di MedAmbiente con sede a marina di gioiosa jonica ad inizio ogni primo lunedì del mese.
  2. I campi vengono svolti secondo il programma dato dalla direzione dei campi.
  3. Le uscite di mezza giornata si svolgono in orario dalle 8:30 alle 13:00.
  4. Le uscite di una intera giornata si svolgono in orario dalle 8:30 alle 19:00.

I Costi sono:

100,00 Euro per un campo. La tariffa si riferisce per l’intera durata del campo e comprende vitto e alloggio nell’importo del campo 20,00 Euro sono di adesione all’associazione MedAmbiente restano a carico dei gruppi e dei singoli partecipanti le spese di trasporto per l’arrivo e la partenza.

Le Prenotazioni

Le prenotazioni devono essere effettuate telefonando allo 0964-416234, a mezzo fax allo 0964-416234 oppure per posta presso la sede: MedAmbiente, Via Luigi Sturzo 89046 Marina di Gioiosa Jonica RC, Calabria Italia. in orari diversi da quelli di segreteria è in funzione una segreteria telefonica.

Pagamenti

Pagamenti intestati a Federazione Internazionale Mediterraneo & Ambiente Via: Don Sturzo 89046 Marina di Gioiosa Jonica RC – Calabria – Italia

All’atto della conferma della prenotazione si richiede il 30% del preventivo concordato, a titolo di anticipo

Rinunce ed Annullamenti

In caso di annullamento della prenotazione fino a 30 giorni prima della data di effettuazione dell’iniziativa, non è prevista alcuna penalità. oltre tale termine l’associazione potrà chiedere l’indennizzo delle eventuali spese sostenute per l’organizzazione del campo. gli organizzatori potranno annullare la prenotazione per cause tecniche o di forza maggiore in qualsiasi momento.

Per informazioni e preadesioni:

Segreteria MedAmbiente Telefono 0964-416234 Cell. 329-2052762 E-mail: segreteria @medambiente.it

Cosa sono i Campi Internazionali?

Che cos'è un campo lavoro vacanze e studio internazionale di MedAmbiente?

Un'occasione preziosa per :

  • incontrare giovani di altri paesi e scoprire così la ricchezza e il fascino delle altre culture
  • avvicinarsi al mondo del volontariato, partecipando ad attività di solidarietà
  • fare qualcosa di concreto e di immediatamente utile per costruire un mondo migliore
  • trascorrere una vacanza "diversa" e autorganizzata molto economica
  • migliorare la conoscenza della lingua inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, arabo e italiana.
  • arricchire il proprio curriculum personale partecipando ad un'esperienza il cui valore formativo è ormai formalmente riconosciuto dalle istituzioni scolastiche e dai datori di lavoro.

Il campo di lavoro è un'esperienza di volontariato di breve periodo di durata tra i 10 e i 20 giorni in cui vengono realizzate attività per sostenere servizi sociali e comunitari, progetti culturali, ambientali e di solidarietà. Il numero dei partecipanti varia tra i 10 e i 20; questi appartengono generalmente alla fascia giovanile, e comunque l'età minima è di 18 anni.

Qualsiasi intervento di solidarietà e di volontariato può essere alla base di un campo di lavoro: dalla ristrutturazione di centri sociali e culturali all'assistenza ai portatori di handicap; dalla realizzazione di attività di animazione culturale e per ragazzi alla protezione e alla pulizia delle aeree verdi, delle spiagge e dei sentieri; dalla creazione di parchi giochi alle campagne di solidarietà con i paesi del Sud del mondo.

Nella maggior parte dei casi, ai partecipanti non è richiesto nessun requisito particolare se non la conoscenza, anche minima, della lingua inglese (che è necessario per comunicare con gli altri volontari) e, ovviamente, una buona motivazione. In media il lavoro occupa circa cinque ore al giorno; attività di animazione, escursioni, visite, incontri con la popolazione locale e con le associazioni locali occupano il tempo che resta.

Ai volontari è richiesto di pagare il viaggio per raggiungere il campo ed una quota di iscrizione che deve essere versata a MedAmbiente. Vitto e alloggio sono offerti dall'organizzazione di accoglienza.

Le condizioni di vitto e alloggio variano da campo a campo: nella maggior parte dei casi sono i volontari stessi a cucinare e a tenere pulito il campo. L'alloggio può essere in tenda (questa possibilità è sempre specificata nella descrizione breve della banca dati) o in un edificio: una scuola, una palestra, un ostello, ecc. E' indispensabile comunque portarsi il sacco a pelo.

Per partecipare ai campi internazionali nei paesi del sud del mondo bisogna avere un'età minima di 20 anni o di 18 anni per chi ha già partecipato ad un campo internazionale all'estero.

TEENAGER: per i teen-ager ci sono diverse possibilità a seconda delle fasce d'età, comunque sempre specificate all'interno della descrizione di ciascun campo.

Le più comuni sono:

  1. campi per partecipanti di 16-26 anni;
  2. campi per 16-18 anni;
  3. campi per adulti con la possibilità d'inserire due volontari

Dove Sono i Campi internazionali?
Potete effettuare la ricerca all'interno dell'elenco dei campi internazionali.

La ricerca del campo può essere fatta:

  1. per paese,
  2. tipo di attività che si vuole svolgere,
  3. lingua ufficiale del campo o data.

Per non partire impreparati, leggete inoltre le voci "Cosa sono" e "Come partecipare".

 

 

Come partecipare Campi Internazionali

  • Riempire la scheda denominata Volunteer Exchange Form (VEF)
  • Versare quota di iscrizione: 80 € quota campo + 20 € per la Tess.MedAmbiente
  • Modalità di spedizione VEF e ricevuta
  • Il percorso della Vef
  • L'infosheet e la partenza
  • L'Assicurazione  Volunteer Exchange Form (VEF)

Compilate la VEF in stampatello, in inglese e in modo leggibile (per tutti) soprattutto se avete intenzione di spedirla via FAX (considerate che in seguito verrà trasmessa al partner del campo in cui andrete). Potete copiare il testo (copia e incolla su un documento .doc) o scaricare la VEF in formato .doc (Microsoft Word).

La prima sezione della VEF si riferisce ai vostri dati, ricordatevi sempre di scrivere il vostro nome e cognome oltre all'indirizzo completo comprensivo di c.a.p.. Inserite sempre il telefono fisso dove possiamo reperirvi (non mettete solo il numero del vostro cellulare), e un'email (sempre in stampatello). Non tralasciate le domanda 6) e 8), per chi non vi conosce sono le uniche tracce della vostra esistenza.  La sezione 7) è la più delicata: inserite i dati che trovate sulla testatina di ogni campo: codice (es: ijgd 9223 o jr 033), nome (definiscono il luogo o la particolare iniziativa) e le date di inizio e fine campo, esclusivamente in ordine di preferenza. Siate consapevoli che potete essere accettati al primo come all'ultimo campo indicato.

Se avete proprio voglia di partire potete allegare alla VEF un foglio con altre preferenze (con il code, name e dates). Se volete fare veramente questa esperienza vi consigliamo sempre di indicare più campi possibili nella VEF (la bellezza di un campo è soprattutto nelle dinamiche interne al campo e nel rapporto con la popolazione locale più che per l'esistenza del mare o di una discoteca) e compatibilmente con le vostre preferenze accorpate i campi con gli stessi codici.  Se avete intenzione di partire a condizione di portare con voi l'amico/a del cuore aggiungete in entrambi le schede alla domanda n. 9 "GENERAL REMARKS" il nome dell'altra persona, specificando se è una preferenza o una condizione per partecipare al campo. Immaginiamo che abbiate capito che lo scopo primo del campo è lo scambio tra persone di diversa cultura, di conseguenza non si può partire in più di due persone della stessa nazionalità.

Ricordatevi di spedirci una email a campiestivi@medambiente.it 2/3 giorni dopo la nostra ricezione della vostra scheda, vi diremo come va l'iter della VEF e controllate la posta ogni 2/3 giorni per ricevere le nostre comunicazioni.

Iscrizione

La quota di 100 Euro comprende il contributo per il campo di lavoro di 80 Euro e la Tessera MedAmbiente , la tessera associativa di MedAmbiente (20 euro) obbligatoria per partecipare ai campi.

Il versamento può essere fatto:

  • Attraverso gli sportelli postali e bancari  intestato a Fed. Inter. Mediterraneo & Ambiente con la causale  "campi + Tessera MedAmbiente" + vostro cognome;  e presso la nostra sede in via Luigi Sturzo snc 89046 Marina di Gioiosa Jonica RC.

Alloggio, vitto e parte delle attività ricreative saranno offerte dall'associazione partner che organizza il campo. Il volontario dovrà pagare solo le spese di viaggio (oltre alla quota d'iscrizione).

Attenzione: in alcuni casi (fortunatamente rari) la partecipazione al campo richiede il pagamento di una quota supplementare (extrafee) alla quota di iscrizione da pagare all'associazione partner quando arrivate al campo (non a noi). Questi casi sono sempre segnalati nella descrizione di ogni campo.

La vostra VEF verrà presa in considerazione solo se accompagnata dalla ricevuta del versamento effettuato. Nel caso in cui MedAmbiente non possa confermare la partecipazione a uno dei campi da voi prescelti nella VEF, l'intera quota verrà rimborsata in tempi brevi.

Nel caso in cui un volontario decidesse di annullare la sua partecipazione DEVE comunicarlo immediatamente, in tale evenienza a discrezione dell'associazione la quota versata può essere utilizzata per una nuova iscrizione.

Modalità di spedizione VEF e ricevuta:

  1. Fax: ci potete spedire la VEF e la fotocopia del versamento effettuato tramite
    fax a qualsiasi ora allo 0964-416234, è il modo più veloce e sicuro.
  2. Posta: oggi si può utilizzare la posta prioritaria.
  3. A mano: venite presso la nostra sede in via Luigi Sturzo snc 89046 Marina di Gioiosa Jonica RC.
  4. Capirete nel prossimo paragrafo l'importanza di farci avere la VEF ben compilata nel minor tempo possibile.

 

 

Il percorso della VEF

Organizzare campi internazionali di volontariato è molto impegnativo e richiede il rispetto di alcune regole fondamentali: la composizione internazionale e il bilanciamento dell'età e fra i sessi all'interno del gruppo.

Dopo la registrazione della scheda il primo passo che faremo sarà quello di contattare l'associazione partner, del vostro primo campo prescelto per verificare se è rimasto un posto. Il partner si identifica con il "code" (JR 096 significa il campo 096 dell'associazione francese Jeunesse et Reconstruction).

Se la risposta sarà negativa proveremo con il secondo e così via finché non avremo una risposta affermativa (il tutto avverrà via fax o email o telefono con tempi e modalità diverse per paese e associazione di destinazione).

Il partner quando riceverà la segnalazione verificherà se in quel suo dato campo vi è un posto libero, se non vi sono sbilanciamenti di sesso (immaginate un campo con dodici ragazze e un solo ragazzo....) di età e di nazionalità: se risulta tutto ok sarete stati accettati. Non è possibile determinare esattamente in anticipo i tempi e il risultato della segnalazione, perché il partner può aver ricevuto un minuto prima una segnalazione da un'associazione giapponese o inglese per lo stesso campo (in questo caso sarete rifiutati), o perché il giorno prima ha avuto dei problemi tecnici e si trova a valutare 100 segnalazioni (sono tantissime le associazioni nel mondo che ci scambiano decine di richieste e altro ogni giorno) e per rispondere a tutti ci metterà del tempo.

Per questo consigliamo, per velocizzare la procedura, di scegliere più campi possibile con lo stesso codice, cioè organizzati dalla medesima associazione. Da quando riceviamo la VEF impieghiamo al massimo una settimana per darvi una risposta definitiva tramite email.  Se verrete accettati l'associazione partner ci manderà via posta, appena possibile, le informazioni dettagliate sul campo (infosheet) che noi vi recapiteremo con almeno una settimana di anticipo sulla data di inizio del campo. Se avete letto bene questa parte capirete perché vi suggeriamo vivamente di consultare appena disponibile l'elenco dei campi (su Internet) e se c'è qualcosa che vi interessa, pianificate le vostre vacanze/ferie e iscrivetevi subito.

L'infosheet e la partenza

Una volta accettati, anche se non avete ancora l'infosheet, potete già organizzare il viaggio. Se conoscete la destinazione precisa, cercate da subito le tariffe migliori (purtroppo non abbiamo convenzioni o consigli particolari da darvi); se vi serve il passaporto verificate la scadenza o accertatevi dei tempi di consegna presso la vostra questura; se vi serve il visto chiamate il consolato (il servizio 1412 vi darà il telefono) e verificate i tempi e i costi.

Se tutto dovesse andare per il meglio parteciperete ad un campo internazionale all'estero o in Italia.

L'infosheet (foglio informativo) che riceverete viene spedito dall'associazione che organizza il campo, è scritto in lingua inglese o nella lingua del paese in cui si svolge se viene richiesta specificatamente per parteciparvi (spesso succede nei campi di animazione con bambini o con disabili). Le informazioni possono essere più o meno dettagliate, in ogni caso si specifica sempre:

  • come raggiungere il campo (usualmente i nodi ferroviari con i relativi orari). I campi non facilmente raggiungibili hanno un'appuntamento alla stazione ferroviaria più vicina, alcuni infosheet hanno un cartina della città o della zona o semplicemente i numeri degli autobus urbani per raggiungere il posto. Non vi scoraggiate, considerate che lo stesso infosheet (per raggiungere quel paesino in Belgio) viene spedito al Koreano o sudamericano;
  •  le attività del campo: il tipo di lavoro in dettaglio e a chi serve:
  •  il tipo di alloggio se non specificato nella descrizione sintetica del campo è sempre al coperto: una scuola, un'appartamento, o altro.

L'assicurazione

MedAmbiente copre con l'assicurazione i volontari che partecipano ai campi in Italia. Viceversa chi partecipa ai campi all'estero, viene assicurato dall'associazione ospitante (partner).

L'assicurazione che copre i volontari non ha carattere commerciale e non rientra negli schemi tradizionali delle assicurazioni private. E' stata istituita in modo specifico per i volontari dei campi di lavoro e trova applicazione solo nel caso in cui un volontario non goda di una specifica copertura per il tipo di incidente occorso. In altre parole non è cumulabile con altri schemi assicurativi.

L'assicurazione copre i partecipanti al campo, nelle attività di lavoro e collaterali, nel periodo ufficiale di durata. Cioè va bene per le martellate sul dito mentre effettuate riparazioni in un centro sociale, ma non se in un momento di svago vi casca la palla della discoteca sulla testa. A meno che non dimostriate che andare in discoteca faceva parte del lavoro (ad esempio animazione con un gruppo di persone disabili). Il viaggio da e per il campo e gli spostamenti personali non sono coperti dallo schema assicurativo.

Per i campi che si svolgono in uno dei paesi dell'Unione Europea bisogna comunque portare il modello E111 (per un rimborso delle spese mediche) da richiedere alla propria Azienda Sanitaria Locale.

I volontari che partecipano ai campi organizzati dalle associazioni che non offrono nessuna copertura assicurativa possono richiederla a MedAmbiente, tramite il pagamento di una quota pari a un euro e cinquanta per ogni giorno del campo e riceveranno le linee guida dell'assicurazione con il modulo da far firmare al medico del pronto soccorso in caso di ricovero o cure mediche in genere.

I paesi che non offrono copertura assicurativa sono sempre specificati alla fine della descrizione di ogni progetto.

 

 

Cercasi coordinatori Campi Internazionali

Cercasi coordinatori e coordinatrici di Campi internazionali MedAmbiente

In tutti i campi internazionali troverete la figura di uno/due coordinatori di campo. Queste persone NON sono gli organizzatori delle vostre vacanze e nemmeno quelle che risolvono qualunque problema della vostra esistenza.

Sono piuttosto volontari come tutti gli altri che in più hanno il compito di fare da tramite tra il gruppo dei volontari e la struttura che vi ospita.

Se qualcuno è interessato o interessata a coordinare un campo di lavoro in Italia chiami subito la sede di MedAmbiente e potrà entrare nell'affascinante ed imprevedibile mondo dei coordinatori e coordinatrici di campo... Vi pare poco?

Organizziamo ogni anno tre fine-settimana di formazione (di solito a aprile ) in Calabria per gli aspiranti responsabili: non è previsto nessun rimborso per il viaggio, ma vitto e alloggio sono a carico di MedAmbiente. Vi ricordiamo che i responsabili di campo sono volontari ma ricevono il rimborso delle spese di viaggio a/r per il campo. Hanno inoltre diritto alla tessera di MedAmbiente per l'anno in corso e all'iscrizione ad un campo internazionale.

Campi internazionali - Perché organizzare dei campi di lavoro?

Le forme di socializzazione dei giovani sono sempre più condizionate dalla società dei consumi in cui i mezzi finanziari, l'individualismo, la competizione influiscono sulle opportunità concrete. Mancano spesso adeguati spazi sociali, culturali e di scambio alternativi alle forme consumistiche e individualistiche di aggregazione.

I giovani che vivono nei piccoli centri o nelle periferie delle grandi città stentano a trovare forme di socializzazione capaci di sviluppare la loro creatività, la loro fantasia, la loro voglia di vivere. Ed è proprio la mancanza di mezzi e di spazi che favorisce i fenomeni di esclusione sociale.

In questo contesto i comuni, le circoscrizioni, le provincie hanno una grande responsabilità perché sono le istituzioni più vicine ai giovani, quelle che possono più facilmente entrare in contatto con loro, coglierne i bisogni, dare delle risposte e offrire loro stimoli culturali.

Il campo internazionale di volontariato è uno degli strumenti che gli enti locali, le associazioni culturali, le organizzazioni di volontariato possono utilizzare per intervenire sul territorio coinvolgendo i giovani attraverso la partecipazione attiva. Con i campi di volontariato le comunità locali possono proporre ai giovani nuove occasioni di cittadinanza e impegno civile, di formazione, di rapporto con il territorio, di incontro con giovani che vengono da ogni parte del mondo, di scambio con culture, nazionalità, storie diverse.

La partecipazione ad un campo è per il giovane un modo di uscire dall'isolamento e dalla propria nicchia, di aprirsi al mondo: fa qualcosa di utile alla comunità e a sé stesso, incontra persone nuove, scopre altre culture, migliora la conoscenza di un'altra lingua, impara a costruire, sperimentandola, una società interculturale, si mette al servizio della comunità.

Offrire ai giovani presenti sul proprio territorio una simile opportunità significa dare un contributo importante alla lotta al disagio e all'esclusione sociale, dare loro un'opportunità di formazione e di crescita culturale, rendere la propria comunità locale aperta ad uno scenario europeo ed internazionale.

GLI ENTI LOCALI POSSONO: ORGANIZZARE UN CAMPO DI LAVORO

In collaborazione con un'associazione presente sul proprio territorio, l'ente locale ospita un campo di volontariato internazionale facendosi carico delle spese di vitto, alloggio e assicurazione.

E MANDARE I PROPRI GIOVANI IN UN CAMPO ALL'ESTERO

L'ente locale, oltre a ospitare un campo sul proprio territorio, può offrire ad un certo numero di giovani la partecipazione ad un campo all'estero coprendo le spese di iscrizione e di viaggio (la quota di iscrizione è di 100,00 euro più le spese di viaggio) per una permanenza di 2/3settimane comprensivi di viaggio, vitto, alloggio e assicurazione.

Come si organizza un Campo Internazionale?

La prima cosa da fare è definire l'obiettivo sociale del campo da attuare attraverso un progetto di lavoro concreto. Il secondo passo è l'individuazione di un'associazione, di un comitato o di un gruppo di giovani che aderiscano e che vogliono dar vita a questa iniziativa in collaborazione con MedAmbiente e l'ente locale.

Avete una struttura in disuso che può essere restaurata e utilizzata a fini sociali?

Nel vostro quartiere c'è un giardino che potrebbe divenire un parco giochi? Le spiagge del vostro comune hanno bisogno di essere pulite dai rifiuti? State organizzando un'iniziativa culturale e avete bisogno di volontari per l'allestimento o un supporto organizzativo? Il vostro centro di accoglienza per stranieri ha bisogno di volontari nel periodo estivo? La sede delle associazioni locali ha bisogno di essere imbiancata? Tutto questo può essere oggetto di un campo di lavoro.

A questo punto potete contattare MedAmbiente che può provvedere a:

  • reperire i volontari stranieri che parteciperanno al campo, attraverso la Federazione Internazionale Mediterraneo & Ambiente rete di organizzazioni di cui a vario titolo fanno parte varie organizzazioni di diversi paesi nel mondo.
  •  formare un responsabile di campo locale
  •  inviare un proprio responsabile al campo
  •  offrire la consulenza logistica sul progetto per la parte vitto, alloggio e assicurazione
  •  preparare il programma giornaliero delle attività del campo

 

I costi Campi Internazionali

L'organizzazione, la conduzione, le soluzioni logistiche dei campi di volontariato internazionale sono improntate ad uno stile sobrio, dai costi contenuti: l'obiettivo del campo è quello di essere una risorsa per la comunità in termini di servizio e di risposta ai bisogni sul territorio.

L'accoglienza è dignitosa, ma non di lusso. I volontari sanno che generalmente a turno dovranno cucinare il cibo che verrà fornito loro (è anche questo uno scambio interculturale) e tenere pulito il posto dove sono ospitati.

Se si riesce a trovare un alloggio gratuito per i volontari (una scuola, un centro sociale o altro con la possibilità di utilizzo delle docce e di una cucina) la spesa da effettuare da parte dell'ente locale è quella del vitto(5/10 euro al giorno per volontario, a seconda delle condizioni logistiche e locali), dei materiali necessari per il lavoro e l'assicurazione per Responsabilità Civile e Infortuni. A carico di MedAmbiente sono invece tutte le spese di preparazione, reperimento e di arrivo dei volontari.

I tempi dei Campi Internazionali
 

1. Contatto con MedAmbiente per la verifica iniziale e un piano di fattibilità di massima: il più presto possibile e comunque entro i 5 del mese; sono sufficienti un fax con una descrizione sintetica del progetto o una telefonata.

2. Visita di MedAmbiente all'associazione/ente locale che propone il campo di lavoro

3. Definizione delle date, del numero di volontari, delle condizioni di vitto e alloggio entro e non oltre i 5 del mese.

4. Definizione esatta del progetto e del piano di lavoro entro il 25 del mese.

5. Il campo può svolgersi fra Gennaio e Dicembre.
 

Per saperne di più: MedAmbiente, via Luigi Sturzo snc, 89045 Marina di Gioiosa Jonica RC Tel. 0964.416234 fax: 0964.416234

 

 

Lo Staff 

Giuseppe Nunziato Belcastro

Presidente della Federazione Internazionale Mediterraneo & Ambiente e MedAmbiente Italy, cura le relazioni esterne dell’Associazione con il ruolo di coordinamento e supervisione delle attività associative. Gestisce le attività, la ricerca, la formazione e la informazione dei Campi Internazionali e del SVE. Coordina le attività di comunicazione dell’associazione sul SVE e dei Campi Internazionali. Esperta di politiche comunitarie, soprattutto di quelle giovanili.

Per Inf. : Federazione Internazionale Mediterraneo & Ambiente  E-mail: presidenza@medambiente.it

Giuseppina Commisso - Dirigente Comitato tecnico Scientifico

Coordina le attività di ricerca del comitato composto da esponenti del mondo accademico e della società civile e verifica la qualità dei lavori svolti.

Monica Luppino - Dirigente Campagna Agricoltura Biologica

Coordinatrice della campagna Agricoltura Biologica nel Mediterraneo, cura i rapporti con scuole ed enti locali.

Maria Panetta - Dirigente Segreteria

Responsabile della gestione della Segreteria e dei Volontari in attività presso la sede centrale di coordinamento dell’associazione

Maria Carmela Ripolo - Dirigente Programmi educativi Scolastici

Coordina le attività d’Educazione Socio-Ambientale per le scuole Elementari e la formazione dei volontari che partecipano ai campi in Italia per discenti delle Scuole Elementari.

Natale Amato - Dirigente Sport & Ambiente

Coordina le attività del Settore Sport & Ambiente e la Campagna sullo Sport e l’Arrampicata Sportiva per le scuole d’ogni ordine e grado, la formazione dei volontari in area sportiva.

Antonio Belcastro - Dirigente Arte & Monumenti

Coordina le attività del Settore Arte e Monumenti e la Campagna sullo recupero dei mestieri e tradizioni popolari per scuole d’ogni ordine e grado ed enti pubblici e la formazione di Dirigenti.

Nicola Chiaravalloti -  Dirigente Consolati, Ambasciate & Mediterraneo

Coordina le attività Area dei Consolati del Marocco e del Mediterraneo e aspetti giuridici internazionali.

Alfredo Fragomeli - Dirigente Settore Giuridico Legislativo

Dirige la gestione dell’Info Point Giuridico legislativo del mediterraneo dell’Associazione e cura gli aspetti legali con gli enti locali.

Ivan Leotta - Dirigente Area Recupero e Giustizia riparativa

Dirige la gestione con la Presidenza dell’Associazione, il servizio Recupero e Giustizia Riparativa in Italia e cura gli aspetti per il reinserimento delle persone.

Vincenzo Pelle - Settore Giovani e Agricoltura

Svolge attività di ricerca per la campagna di MedAmbiente sull’Agricoltura Biologica e sui giovani.

Antonio Romeo - Dirigente Area Geologia

Svolge attività di ricerca per la campagna di Geologia del Mediterraneo e collabora come formatore