Il Regolamento

Costituzione e compiti dei Club – Distaccamenti - Associazioni Provinciali - Associazioni Regionali - Sedi Estere

FEDERAZIONE INTERNAZIONALE

“MEDITERRANEO & AMBIENTE”

 

Art. 1

1 In conformità allo Statuto, il processo di formazione di un Club/Distaccamento viene avviato su iniziativa di un certo numero di soci, secondo le modalità stabilite dal presente regolamento.

1.bis Le procedure relative alla Costituzione dei Club/Distaccamenti, dei distaccamenti, associazioni provinciali, regionali e delle sedi estere, all’autorizzazione all’uso del marchio e della denominazione sociale e alla sua revoca, alla definizione dell’ambito di competenza territoriale dei Club/Distaccamenti,  associazioni provinciali, regionali e delle sedi estere nonché tutte le attività utili al buon funzionamento dell’organizzazione territoriale dell’Associazione sono svolte dalla Direzione su delega del Presidente".

2. Su richiesta di un numero minimo di soci, come stabilito all'art. 3 del presente regolamento, la Direzione autorizza con propria delibera la costituzione del Club, i distaccamenti, associazioni provinciali, regionali e delle sedi estere e l'uso della denominazione sociale ("Mediterraneo&Ambiente/Club di..."), stabilendo altresì l'ambito territoriale di competenza, di norma su base comunale.

3. Ottenuta l'autorizzazione, i soci fondatori convocano un'assemblea, che approva l'atto costitutivo e lo statuto, definisce gli indirizzi di attività, elegge le cariche sociali. Lo statuto e l'atto costitutivo devono contenere gli estremi della delibera di cui al comma 2. I verbali dell'assemblea, con acclusi i testi delle deliberazioni citate, vengono trasmessi entro un mese alla Direzione e, se esistente, all'Associazione regionale.

4. La Direzione, verificata la regolarità della documentazione fornita, delega il Club, i distaccamenti, associazioni provinciali, regionali e delle sedi estere alla raccolta delle iscrizioni in loco e formula tutte le disposizioni ritenute necessarie. Provvede inoltre ad informare l'Associazione regionale e gli altri Club della regione.

5. Il Club, il distaccamento, l’associazione provinciale, regionale e  sedi estere non possono usare una denominazione diversa da quella stabilita dalla Direzione, né altro marchio; è tenuto inoltre a rispettare tutte le disposizioni formulate dalla Direzione Centrale della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente.

6. In mancanza della comunicazione di cui al comma 3, oppure qualora vengano riscontrate irregolarità nella documentazione fornita, o vengano disattese le disposizioni di cui al comma 5, la Direzione Centrale della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente può revocare l'autorizzazione all'uso della denominazione sociale. La revoca è altresì possibile in caso di inattività persistente del Club o qualora esso operi in contrasto con lo Statuto della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente, con le deliberazioni degli organi nazionali o con gli interessi generali dell'Associazione.

7. Con atto motivato, la Direzione della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente può modificare l'ambito di competenza assegnato al Club,  al distaccamento, all’associazione provinciale, regionale e  sedi estere.

Art. 2

1. Contro le decisioni della Direzione della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente e, comunque, per ogni controversia, è possibile presentare ricorso scritto al Consiglio nazionale e, in ultima istanza, ai Garanti.

2. In caso di controversie tra soci e Club, distaccamento, associazione provinciale, regionale e  sedi estere, è ammesso il ricorso (per iscritto e con adeguata motivazione) alla Direzione della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente, al Consiglio nazionale e, in ultima istanza, ai Garanti.

Art. 3

1. Il numero minimo necessario di soci per richiedere alla Direzione l'autorizzazione alla costituzione di un Club/Distaccamento  è stabilito nel seguente modo:

  • cinquanta, per i comuni o comprensori fino a 50 mila abitanti;
  • cento, per i comuni o comprensori da 50.001 fino a 200 mila abitanti;
  • centocinquanta, per i comuni o comprensori da 200.001 fino a 800 mila abitanti;
  • trecento, per i comuni o comprensori oltre gli 800 mila abitanti.

2. Una volta costituiti, i Club/Distaccamenti sono tenuti a raggiungere entro un anno dalla data di costituzione un numero complessivo di soci così definito:

  • cento , per i comuni o comprensori fino a 50 mila abitanti;
  • duecento, per i comuni o comprensori da 50.001 fino a 200 mila abitanti;
  • in proporzione di dieci  su 10 mila abitanti, per i comuni o comprensori al di sopra dei 300 mila abitanti.

3. Qualora un Club/Distaccamento non raggiunga il numero stabilito di soci, la Direzione della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente, revoca la delibera di autorizzazione all'uso della denominazione sociale. Contro tale decisione non è ammesso il ricorso al Consiglio nazionale.

4. Per i comuni al di sopra dei 400 mila abitanti, in assenza di un Club/Distaccamento con il numero di soci richiesto, la Direzione può autorizzare l'uso della denominazione sociale a più Club/Distaccamento con un numero inferiore di soci (non meno di 200), ferme restando tutte le altre disposizioni. In questo caso, la Direzione della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente adatta opportunamente la denominazione sociale e l'ambito di competenza dei Club/Distaccamento.

Art. 4

1. I Club/Distaccamenti raccolgono direttamente le iscrizioni dei soci, su delega della Direzione, trattenendo metà della quota sociale. La Direzione non registra le iscrizioni se non ad avvenuto versamento della quota di competenza.

2. La Direzione comunica all'Associazione regionale, ove esistente, o al Club/Distaccamento le iscrizioni pervenute direttamente dalla regione o zona di loro competenza.

Art. 5

1. I Club, i distaccamenti  hanno l'obbligo di concorrere all'attuazione dei programmi nazionali sul territorio di loro competenza e di rispettare le decisioni degli organi nazionali e regionali. Essi decidono autonomamente le attività di interesse locale.

2. I Club, i distaccamenti hanno l'obbligo di tenere un elenco aggiornato dei soci iscritti localmente e di attuare annualmente iniziative di tesseramento.

Art. 6

1. I Club e i distaccamenti adottano propri atti costitutivi, statuti e regolamenti, nel rispetto dello Statuto e dei regolamenti approvati dagli organi della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente; hanno completa autonomia giuridica, fiscale, gestionale e patrimoniale. Gli organi della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente non rispondono delle obbligazioni da essi assunte.

Le Associazioni provinciali, regionali e estere

Art. 7

1. In conformità dello Statuto della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente , la Direzione autorizza con propria delibera la costituzione di un'Associazione provinciale e l'uso della denominazione sociale ("Medambiente/Associazione provinciale di...") su richiesta di almeno tre Club/Distaccamenti operanti nella stessa provincia.

1.a In conformità dello Statuto della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente , la Direzione autorizza con propria delibera la costituzione di un'Associazione regionale e l'uso della denominazione sociale ("Medambiente/Associazione regionale di...") su richiesta di almeno cinque Club/Distaccamenti operanti nella stessa regione.

1.b In conformità dello Statuto della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente , la Direzione autorizza con propria delibera la costituzione di un'Associazione estera e l'uso della denominazione sociale ("Medambiente/Associazione estera di...") su richiesta di almeno un Club/Distacc./associazioneAderente/Ente  operante nella stessa nazione.

2. Ottenuta l'autorizzazione, i rappresentanti dei Club/distaccamenti promotori, riuniti in assemblea, approvano lo statuto e l'atto costitutivo dell'Associazione provinciale/regionale/estera, definiscono gli indirizzi di attività, eleggono le cariche sociali e il proprio rappresentante nel Consiglio nazionale. Lo statuto e l'atto costitutivo devono contenere gli estremi della delibera di cui al comma 1. I verbali dell'assemblea, con acclusi i testi delle suddette deliberazioni, vengono trasmessi alla Direzione della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente entro un mese.

3. In mancanza della comunicazione di cui al comma 2, oppure qualora vengano riscontrate irregolarità nella documentazione trasmessa, la Direzione della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente può revocare l'autorizzazione. La revoca è possibile anche in caso di inattività persistente dell'Associazione provinciale/regionale/estera o qualora essa operi in contrasto con lo Statuto della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente, con le deliberazioni degli organi della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente o con gli interessi generali della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente.

4. Contro le decisioni della Direzione e, comunque, per ogni controversia, i Club e le Associazioni provinciali/regionali/estere possono presentare ricorso scritto della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente e, in ultima istanza, ai Garanti. In caso di controversie tra Club/Distaccamenti e Associazioni provinciali/regionali/estere, è ammesso il ricorso (per iscritto e con adeguata motivazione) al Consiglio della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente e, in ultima istanza, ai Garanti.

Art. 8

1. L'Associazione provinciale/regionale/estera ha lo scopo di coordinare i Club e di concorrere all'attuazione degli indirizzi della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente. A tal fine essa:

a) delibera le direttive ai Club per l'attuazione dei programmi della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente;

b)  predispone un piano provinciale/regionale di attività e di autofinanziamento che individui i settori prioritari di intervento, in coerenza con le indicazioni dei Club e con i programmi nazionali dell'Associazione, possibilità e strumenti di autofinanziamento, possibili partner e finanziatori, nonché le possibilità di potenziamento delle strutture dei Club/Distaccamenti.

2. Su delega della Direzione, l'Associazione provinciale/regionale/estera può raccogliere le iscrizioni dei soci nelle zone della provincia, regione e estera in cui non operano Club/Distaccamenti regolarmente costituiti. Le iscrizioni vengono trasmesse alla Direzione, trattenendo metà della quota sociale. La Direzione non registra le iscrizioni, se non ad avvenuto versamento della quota di competenza.

3. Su delega della Direzione e d'intesa con il Presidente della Federazione , l'Associazione provinciale, regionale e estera può svolgere anche attività di carattere nazionale o internazionale.

4. Per accordi con enti e associazioni di rilievo regionale e nazionale , è necessaria l'autorizzazione della Direzione della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente .

Art. 9

1. Le Associazioni provinciali, regionali e estere adottano propri atti costitutivi, statuti e regolamenti, nel rispetto dello Statuto e delle deliberazioni degli organi nazionali. Hanno completa autonomia giuridica, fiscale, gestionale e patrimoniale. Gli organi della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente non rispondono delle obbligazioni assunte dalle Associazioni provinciali, regionali e estere.

Art. 10

1. Qualora in una Regione non sia costituita un’Associazione regionale, il Presidente, d’intesa con il Consiglio della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente, può istituire con propria delibera una rappresentanza regionale dell’associazione, stabilendone poteri e competenze, ivi compresa la rappresentanza legale.

1.a Qualora in una Nazione non sia costituita un’Associazione estera, il Presidente, d’intesa con il Consiglio della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente, può istituire con propria delibera una rappresentanza regionale dell’associazione, stabilendone poteri e competenze, ivi compresa la rappresentanza legale.

 Uso di domini Internet e indirizzi di posta elettronica

Art. 11

1. I domini del tipo: www.medambiente.it, www.medambiente.net, www.medambiente.org, nonché quelli similari di futura nuova istituzione da parte delle autorità competenti per Internet, (per esempio quelli con suffisso eu, ecc.) possono essere registrati solo dalla sede della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente.
La sede della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente, provvede ad assegnare e ad autorizzare l'uso di domini sia per le Associazioni Estere/Regionali/Provinciali sia per i Club locali regolarmente costituiti.

  • Per le Associazioni regionali i domini saranno del tipo www.(nome della Regione).medambiente.org
  • Per i Club Locali i domini saranno del tipo www.(Comune,Provincia o ambito territoriale).medambiente.it/); oppure www.(Regione).medambiente.org/(Comune, Provincia o ambito territoriale)
  • Per le Associazioni estere i domini saranno del tipo www.(nome della Nazione).medambiente.net
  • Per i Club Locali i domini saranno del tipo www.(Comune,Provincia o ambito territoriale).medambiente.it/); oppure www.(Regione).medambiente.it/(Comune, Provincia o ambito territoriale)

All'interno dei domini le Associazioni regionali e i Club locali realizzeranno propri siti o immetteranno propri contributi in piena autonomia, con la possibilità dell'FTP (File Transfert Protrocol) ai Web master, per aggiornare da remoto il sito. Gli organi della Federazione Internazionale Mediterraneo&Ambiente non rispondono dei contenuti dei siti delle Associazioni estere/regionali/provinciali e dei Club/Distaccamenti locali, la cui responsabilità ricade esclusivamente sui loro organi.

2. Le Associazioni estere, regionali, provinciali e i Club locali sono tenuti, in linea generale, ad utilizzare proprie caselle postali, adottando la denominazione ad esse assegnata dalla Direzione in fase di costituzione:

  • Per le Associazioni estere esse saranno (nazione)@medambiente.net,
  • Per le Associazioni regionali esse saranno (Regione)@medambiente.it,
  • Per le Associazioni provinciali esse saranno (Provincia)@medambiente.it,
  • Per le Associazioni Club/Distacc. esse saranno (Comune, Provincia o ambito territoriale)@medambiente.it