Messaggio di errore

Notice: Trying to access array offset on value of type null in taxonomy_menu_trails_init() (linea 102 di /home/medambient/domains/medambiente.it/public_html/sites/all/modules/taxonomy_menu_trails/taxonomy_menu_trails.module).

Conte al G20: "Vogliamo promuovere una ripresa sostenibile, inclusiva e resiliente"

L'Italia "punterà ad accordi ambiziosi sul clima", ha detto  Conte, prendendo parte al G20, che dall'1 dicembre sarà a presidenza italiana

 

Questa crisi rappresenta anche l'opportunità di ricostruire le società su nuove e migliori basi. E' quanto ha espresso il premier Giuseppe Conte, durante il suo intervento al G20, ribadendo l'impegno italiano ad impiegare equità e sostenibilità come bussole anche nel corso del G20 del 2021 che sarà a presidenza italiana. Sviluppo sostenibile e climate change, i due grandi temi della sessione odierna, sono questioni strettamente connesse tra di loro, ha sottolineato il Presidente del Consiglio. Il premier ha anche richiamato la necessità di non ragionare a compartimenti stagni, ma di continuare a costruire una riflessione condivisa – in seno a tutta la comunità internazionale – per promuovere un'azione coordinata ed efficace che orienti la costruzione di un futuro sostenibile. I leader del G20: impegno per accesso equo ai vaccini I leader dei paesi membri del G20 si sono impegnati a non lesinare gli sforzi per garantire l'equa distribuzione dei vaccini contro il Covid-19 nel mondo e per sostenere i paesi poveri, le cui economie sono state devastate dalla crisi scatenata dalla pandemia. "Abbiamo mobilitato risorse per soddisfare le esigenze immediate di finanziamento della salute globale al fine di sostenere la ricerca, lo sviluppo, la produzione e la distribuzione di diagnostica, trattamenti e vaccini Covid-19 sicuri ed efficaci", si legge nella dichiarazione finale del summit virtuale del G20 organizzato da Riad. "La pandemia continuerà a essere in cima alla nostra agenda per mantenere alto l'impegno della comunità internazionale nella lotta al covid 19," per "l'accesso universale ed equo ai vaccini e il rafforzamento dei sistemi sanitari", ha detto il premier Giuseppe Conte. I tre pilastri: Persone, Pianeta e Prosperità "Vogliamo promuovere una ripresa sostenibile, inclusiva e resiliente. La nostra intenzione è mettere in atto tutte le misure necessarie per una ricostruzione quanto più solida ed efficace, promuovendo una società più equa, un pianeta più pulito e sano e un ambiente economico più prospero, per noi e per i nostri figli". Conte assicura: "Il nostro programma di lavoro si baserà su tre pilastri: Persone, Pianeta e Prosperità". "La stabilità climatica è un bene pubblico" La stabilità climatica rappresenta un bene pubblico comune a livello globale. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al G20. Conte ha ribadito il ruolo dell'Italia nella COP26 del prossimo anno, organizzata in partnership con il Regno Unito e l'impegno crescente per la tutela del nostro pianeta. Su questo versante, l'intervento è  stata l'occasione per ribadire la ferma adesione dell'Italia all'attuazione dell'Accordo di Parigi e dell'Agenda 2030, due pilastri che continueranno a guidare la nostra azione in ambito multilaterale, anche nell'esercizio della prossima Presidenza G20. "Multilateralismo come unica via d'uscita dalle crisi" L'Italia sostiene il "multilateralismo" come via d'uscita alle crisi, ha sottolineato il presidente del Consiglio Conte, prendendo parte al G20, che dall'1 dicembre sarà a presidenza italiana. "Costruire un futuro migliore - ha detto -  è possibile solo se lavoriamo insieme, uniti in una comunità  globale d'intenti forgiata su uno spirito di cooperazione e solidarietà. Se c'è una lezione che abbiamo imparato molto chiaramente negli ultimi mesi è che nessun Paese può vincere da solo le sfide globali. Questa pandemia ha messo a nudo qualsiasi velleità di poter riuscire da soli. Nel mondo di oggi, così interconnesso e interdipendente, il multilateralismo non è una delle tante opzioni a disposizione: è l'unica scelta sostenibile. Sono sicuro di poter contare sul sostegno di tutti voi. Sarà un piacere accogliervi in Italia - ha concluso Conte rivolgendosi ai capi di Stato e di governo - il prossimo anno in occasione del nostro Vertice G20, il 30 e 31 ottobre". "La pandemia non fermi gli sforzi per l'ambiente e il clima" "Le sfide che stiamo affrontando oggi sono tra le più urgenti del nostro tempo. La minaccia esistenziale rappresentata dal cambiamento climatico, il degrado del suolo e il declino della biodiversità globale ci hanno già portato a un bivio" che "determinerà se siamo in grado di salvaguardare il nostro pianeta e costruire un futuro sostenibile". Lo afferma il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nel video messaggio al Side-Event "Safeguarding the Planet" del Summit G20 di Riad. "Sono convinto - aggiunge - che il G20 possa guidare il mondo nella giusta direzione. In qualità di Presidenza 2021, cercheremo di sottolineare il ruolo chiave di questo Forum nel consentire accordi ambiziosi e lungimiranti nel quadro delle tre Convenzioni di Rio su clima, biodiversità e desertificazione. Gli impatti della pandemia sui nostri sistemi sociali ed economici non dovrebbero influire sulla nostra determinazione ad affrontare queste sfide". "Dovrebbero piuttosto spingerci a riconoscere che gli attuali sistemi economici, finanziari e produttivi non tengono adeguatamente conto dell'emergenza climatica e ambientale. L'UE ha compiuto un passo importante in questa direzione attraverso la sua Next Generation EU, che dedicherà almeno il 37% delle sue risorse finanziarie a investimenti verdi". "Urgente necessità di ridurre le emissioni" "Non c'è scampo dall'urgente necessità di ridurre le emissioni. Questo deve essere il fulcro di tutti gli sforzi per combattere il cambiamento climatico", afferma il presidente del Consiglio . "Cercheremo quindi - ha aggiunto - di promuovere la diffusione di tecnologie pulite ed efficienti, con particolare attenzione alla modernizzazione dei centri urbani, comprese le città intelligenti, e alla promozione delle condizioni per un futuro verde, che crea occupazione e sostenibile". "Noi, come G20, dobbiamo dare prova di leadership nel rendere tutto ciò una realtà, le nostre azioni contano e risuonano ad alta voce nel resto del mondo", ha concluso. "Rapida attuazione dell'accordo di Parigi" "Dobbiamo sforzarci di trasformare in realtà la rapida attuazione dell'accordo di Parigi. L'Italia è fortemente impegnata a raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2050. Useremo questo obiettivo come motore e bussola per la nostra ripresa"., afferma Conte, nel video messaggio al Side-Event "Safeguarding the Planet" del Summit G20 di Riad. "In questo spirito - aggiunge - ci impegniamo per il pieno successo della COP26, che sarà presieduta dal Regno Unito in collaborazione con l'Italia. In questo contesto, l'Italia ospiterà un evento innovativo, che consentirà ai giovani di tutto il mondo di scambiare opinioni, idee e persino critiche - si spera, in uno spirito costruttivo - con negoziatori e ministri presenti alla pre-COP. Abbiamo bisogno di una nuova visione per il mondo di domani, e non c'è dubbio che i giovani abbiano il diritto di dare un contributo decisivo a questo processo". "La presidenza italiana punterà ad accordi ambiziosi sul clima" "Come Presidenza del G20 - conclude - l'Italia si concentrerà sul nesso clima-energia e su come realizzare rapide transizioni verso un futuro a emissioni zero. La nozione di economia circolare, base concettuale della proposta saudita di una piattaforma Carbon Circular Economy, avrà la sua parte da svolgere nel portare avanti questa transizione". -

Photogallery: