Marina di Gioiosa Jonica (RC)

Globalizzazione e Comunità, Mobilità

MedAmbiente - 22 Marzo “Festa della Primavera”

Mediterraneo & Ambiente e Istituto Comprensivo di Marina di Gioiosa Jonica, organizzano per il 22 Marzo “La Giornata della Primavera”, il secondo giorno di primavera, è il momento che la Federazione e l’Istituto, attraverso i volontari, i discenti, i docenti, il Dirigente Prof. Maria Teresa Murdocca, il resp. relazioni esterne con enti e istituzioni Prof. Silvano Lucà e i resp. di Medambiente di settore dedicano alla primavera una manifestazione a salvaguardia dell’ambiente.

E’ questa l’occasione nella quale la Scuola e la Federazione rilanciano ogni anno un impegno che non deve venire mai meno.

Quest’anno in continuità con le altre edizioni e insieme ad altre organizzazioni, si ribadisce con forza la voglia di occuparsi dei problemi ambientali e di salvaguardia del creato.

ORE 9,30: saluti delle autorità.

ORE 9,45: relazione dei responsabili di settore della scuola e dell’associazionismo.

ORE 10,00: corteo per le vie del paese.

ORE 11.00: messa a dimora di alberi nel cortile della scuola media.

N.B. : in caso di mal tempo, la manifestazione verrà rinviata a data da destinarsi.

Il Presidente

Fed. Internazionale Mediterraneo & ambiente

Giuseppe Nunziato Belcastro

*****************************

Sabato 10 Giugno Marina di Gioiosa J. RC “Progetto Globalizzazione e Comunità

La FEDERAZIONE INTERNAZIONALE MEDITERRANEO & AMBIENTE Sede di Coordinamento di Marina di Gioiosa Jonica RC, in collaborazione con Liceo Classico “Ivo Oliveti di Locri RC , con il patrocinio della Regione Calabria Assessorato P.I., nell’ambito della programmazione 2006 relativa al Settore Educazione Ambientale e Globalizzazione di MedAmbiente Italy, organizza per Sabato 10 Giugno alle ore 17,00 – Incontro “ Conoscenza del territorio Educazione allo sviluppo Globalizzazione e Comunità: Il villaggio globale visto dalla parte del locale

Foto Dirig. MedAmbiente Calabria Turi Murace

Partecipanti:

Giuseppe Nunziato Belcastro - Presidente MedAmbiente Italy

Nicola Chiaravalloti – Console del Marocco

Giulio Commisso – Dindaco Marina di Gioiosa Jonica

Giorgio Imperitura – Presidente Comunità Montana della Limina

Domenico Lucano – Presidente Coop. Città Futura Riace

Giovanni Pittari – Dirigente Scolastico Liceo Classico Locri

Giuseppe Tarzia – Sindaco Gioiosa Jonica

On. Diego Tommasi Assessore Ambiente Regione Calabria

Carmela Zavettieri – Presidente Caritas diocesana

Francesco Mollace – Portavoce Forum del Terzo Settore

Relatore:

Turi Murace Dirigente MedAmbiente Calabria

Incontro: presso sede di Coordinamento MedAmbiente Italy, Via Luigi Strurzo, 89046, Marina di Gioiosa Jonica RC Tel. Fax 0964-417846 E-mail presidenza@medambiente.it
**********************

MedAmbiente – Servizio di Volontariato Europeo Dicembre 2006 - Luglio 2007

Inviato il Friday, 24 November alle 08:35:55

La Federazione Internazionale Mediterraneo & Ambiente, svolge una forte azione di promozione e sensibilizzazione sociale presso le Comunità locali, in collaborazione con molte Amministrazioni Comunali (Africo, Ardore, Benestare, Bianco, Bivongi, Bovalino, Canolo, Caulonia, Catanzaro, Ciminà, Cosenza, Gerace, Gioiosa Jonica, Grotteria, Locri, Mammola, Marina di Gioiosa Jonica, Martone, Monasterace, Pazzano, Plati’, Portigliola, Reggio Calabria, Riace, Roccella Jonica, SanLuca, Sant’Ilario dello Jonio, Siderno, Stignano e Stilo. ), e la Città di Reggio Calabria, con l’Ambasciata del Marocco, la partecipazione delle Università di Catania, Reggio Calabria e Cosenza, con il finanziamento dell’Agenzia Nazionale Italiana per la Comunità Europea e con il patrocinio dei Ministeri delle Politiche Sociali, dei Trasporti e della Salute. Promuove il volontariato in Italia e all'estero per giovani ed adulti che vogliano fare un'esperienza educativa e di impegno diretto in un progetto promosso dalla società civile.

Siamo infatti convinti che l'impegno sociale, in Italia come all'estero, sia un modo di conoscere il territorio e di coglierne i bisogni ed i problemi;entrare in contatto con le istituzioni e imparare ad intervenire direttamente come cittadini; iniziare a rapportarsi con persone e culture diverse; apprendere delle competenze trasversali (lavoro di gruppo, gestione dei conflitti, analisi dei territorio, relazione con portatori d'interesse ecc.); diventare consapevoli della complessità della realtà che ci circonda e mettersi alla prova. In un momento in cui le tradizionali agenzie formative hanno difficoltà a svolgere il proprio ruolo, il volontariato internazionale offre l'opportunità di essere protagonisti di un progetto collettivo e di leggere le questioni globali da un punto di vista originale. I progetti che Medambiente propone hanno la caratteristica di essere laici, promossi dal territorio e attenti ad un reale e sostenibile sviluppo sociale. Ai giovani di età compresa tra i 18 e i 26 anni, Medambiente propone il Servizio Volontario Europeo: è un'esperienza di volontariato che va dai sei mesi ad un anno in un paese europeo (ma esistono anche progetti in altri paesi), prevede una formazione linguistica e la copertura di tutte le spese di viaggio, vitto ed alloggio. Per partire non sono richieste competenze specifiche, bastano un po' di spirito d'adattamento, e una forte motivazione. Per questo Medambiente promuove l'accesso al programma dei giovani con bassa scolarizzazione o con problemi di svantaggio socioeconomico. Un'altra possibilità di svolgere volontariato internazionale è offerta dai progetti di volontariato a medio e lungo termine (MLTV). Si tratta di progetti internazionali che possono collocarsi in qualunque area del pianeta, cui possono accedere i giovani che abbiano almeno 21 anni, possibilmente con precedenti esperienze di volontariato sociale o internazionale. Questo tipo di esperienze ha una durata variabile (1-12 mesi) che permette a chi vi partecipa di conoscere a fondo il paese ospitante, la sua società civile, la sua cultura. Per partecipare a questo tipo di programmi non vi è in genere limite di età.

CALENDARIO ATTIVITA' MEDAMBIENTE

GENNAIO
MESE DEL TEATRO
COMUNI - ASSOCIAZIONI
“PAZZANO -MARINA DI GIOIOSA- CANOLO- MAMMOLA”

Il calendario delle attività prevede, da ottobre a maggio, otto discipline quali: Musica, Pittura, Danza, Cortometraggio, Artigianato, Fotografia, Teatro e Ambiente. Sono Previsti, ogni mese, quattro laboratori settimanali per ogni disciplina, della durata di due giorni ciascuno. Ogni laboratorio, come le sue manifestazioni conclusive, si terrà in un Comune differente.
Il fine è di riunire i ragazzi attraverso attività di formazione-informazione attraverso strumenti artistici per sviluppare la comprensione alla multiculturalità e divulgare l’informazione su scala regionale alle politiche giovanili dell’Unione Europea.

Info
Federazione Internazionale Mediterraneo & Ambiente
MEDAMBIENTE ITALY
Piazza Luigi Sturzo snc 89046 Marina di Gioiosa Jonica RC
Tel/Fax 00 39 0964 417846
E-mail: campiestivi@medambiente.it
**********************

Carissime/i

è convocata per lunedì 23 ottobre, ore 18.30, una riunione del coordinamento di Libera-Locride, presso la sede della Federazione Internazionale Mediterraneo & Ambiente MedAmbiente a Marina di Gioiosa Ionica (ex mercato coperto).

La riunione sarà incentrata sulla importantissima iniziativa del 17-18-19 novembre a Roma: "Contromafie” – Stati generali dell’antimafia. L’iniziativa di Roma è finalizzata a raccogliere idee, indicare percorsi e suggerire proposte per un rinnovato impegno antimafia. Saranno chiamati a portare il proprio contributo associazioni, cooperative, scuole, enti locali, mezzi di informazione, rappresentanti delle istituzioni e delle forze dell’ordine, magistrati e singoli operatori che in questi anni si sono impegnati sul fronte della lotta alle mafie nel nostro paese.

Inutile sottolineare l'importanza di una partecipazione delle nostre realtà (o anche semplicemtne dei singoli) all'iniziativa di Roma.
Considerata l'importanza dell'argomento, Vi invito dunque a non mancare alla riunione di lunedì sera.
A presto *********************************

Arrampicata Sportiva Medambiente

Il presidente, Giuseppe Nunziato Belcastro, a conclusione della spettacolare "pedalata del Mediterraneo” in bici, considerata la massiccia partecipazione di ragazzi, ha dichiarato che l'iniziativa ha voluto rappresentare pure un modo per inserire nel processo di educazione ambientale i bambini che hanno sempre più bisogno di muoversi liberamente nell'ambiente che li circonda.

br> ********************************** CORSI PER BAGNINO DI SALVATAGGIO - INIZIO 12 GIUGNO

Il brevetto abilita ambosessi con età compresa tra 16 e 55 anni alla professione di assistente bagnante in acque interne e litorele marittimo (spiagge)

INIZIO 13° CORSO 12 GIUGNO - PROGRAMMA CORSO

• Introduzione: diventare un bagnino di salvataggio; meteorologia;
• Onde e spiagge; spiagge e buche; spiagge ripide; fiumi e laghi; sorveglianza spiagge e sorveglianza in piscina;
• Salvataggio a nuoto; le attrezzature per il salvataggio; il pattino di salvataggio; nuoto in immersione;
• Primo soccorso; Annegamento;
• Ricerca di un disperso; mezzi di comunicazione; soccorso subacqueo;
• Manutenzione piscina; nodi;
• Responsabilità legale del bagnino; aspetti legali; ordinanze; persone con disabilità; il lavoro del bagnino;
• Primo soccorso: modulistica e compilazione dei rapporti.
Lezioni PRATICHE in ACQUA

PISCINA
• Stile libero; tecniche di rana; rana dorso; rana verticale;
• Traino a rana; traino a sidestroke; stile sidestroke;
• Immersione e rana subacquea;
• Primo soccorso in caso di lesioni alla colonna vertebrale.
MARE*
• Verifica delle tecniche apprese in piscina;
• Tecniche di voga.
Le lezioni in mare potranno essere ripetute, a discrezione dell'istruttore, il numero di volte necessario fino all'apprendimento completo da parte dell'allievo delle tecniche in questione.
• Il presente programma di lezioni verrà svolto in 10 incontri da effettuarsi nell'arco di 4 settimane con calendario da stabilire in base alla disponibilità dei partecipanti. Ogni incontro prevederà una parte teorica ed una pratica.

COSTO del CORSO

Il costo del corso è di € 250,00 (comprende TESSERA annuale e copertura assicurativa), di cui:
- € 70,00 al momento dell'iscrizione;
- € 180,00 tramite bollettino di c/c postale (39307665 – intestato a SNS LOCRIDE MARE – via Marconi n. 212 – 89044 Locri) da consegnarsi prima della sessione d'esame.
La quota NON comprende:
- kit con manuale didattico ( facoltativo ) € 25,00 ( da versarsi eventualmente all'atto dell'iscrizione )
- 4 ingressi in piscina * € 30,00 ( da versarsi all'atto dell'iscrizione )
* La quota comprende anche la cuffia personale (che rimarrà di proprietà dell'allievo) il cui uso è obbligatorio per l'ingresso alle vasche.

PROGETTO DIDATTICO-FORMATIVO
per CORSI DI PRIMO SOCCORSO per la LEGGE 626/94
e di Basic Life Support (BLS) secondo l'IRC.

La gestione delle emergenze mediche al di fuori degli Ospedali non può prescindere dalla collaborazione attiva della popolazione per ottenere una maggior efficacia ed efficienza. L'essere in grado di gestire un'emergenza, sia dal punto di vista logistico che da quello del mantenimento delle funzioni vitali, riveste una grande importanza per ottenere una maggiore efficacia nel prestare soccorso. Le statistiche offrono infatti dati purtroppo sconcertanti sui decessi avvenuti per ritardato intervento sulle scene di incidenti o malori.
La necessità di intervenire a riguardo è stata chiarita anche da recenti normative, come la legge della sicurezza sul lavoro 626/94, che prevede l'esecuzione di lezioni di pronto intervento nelle aziende private e negli Enti pubblici per l'acquisizione di brevetti di abilitazione al primo soccorso.
Noi riteniamo che tali conoscenze siano estremamente utili nel bagaglio di ogni singolo individuo, in modo tale che ogni cittadino abbia l'opportunità di apprendere le tecniche d'intervento basilari, andando a creare un anello di congiunzione tra l'incidente e l'arrivo dei soccorsi medici specializzati.
Tutto ciò è stato facilitato dalla creazione , da parte di organismi internazionali, di linee guida per l'esecuzione della rianimazione cardio-polmonare che permettono l'addestramento dei laici al mantenimento delle funzioni vitali di base (BLS) nelle persone in arresto cardiaco.
Il presente progetto si propone di fornire le nozioni necessarie ad introdurre stabilmente negli Enti Locali figure professionali abilitate ad intervenire in situazioni incidentali e d'emergenza, quali possono accadere nella vita di tutti i giorni ad ognuno di noi, in ambienti lavorativi e/o familiari.
Verrà analizzato l'approccio corretto da tenere con la vittima, insegnando a valutare anche quali potrebbero essere i pericoli a cui va incontro il soccorritore e le priorità quando si interviene sulla scene di un incidente, secondo le linee guida dell' Italian Resuscitation Council (IRC).

I soci avranno la possibilità di riunirsi ogni venerdì dalle 17:00 alle 20:00 presso la sede, sita sul lato nord del lungomare di Marina di Gioiosa Jonica (via C. Colombo II trav. n° 1/B), dove potranno usufruire di una comoda sala attrezzata con videoproiettore, tv e videoregistratore, dove avranno a disposizione una serie di videocassette, libri e riviste riguardanti il volo e le attività subacquee, oltre alla disponibilità ed esperienza di istruttori qualificati e alla compagnia di altri appassionati. TI ASPETTIAMO **********************

**********************
Campo lavoro, studio e ricerche Torre Marina di Gioiosa Jonica

L'Associazione medambiente, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Marina di Gioiosa Jonica e la collaborazione dei studenti Universitari, ha concluso il campo lavoro, studi e ricerche di medambiente denominato:

Manutenzione, Pulitura e Studi dell'Area di Torre Cavallaro

Al campo lavoro di studi e ricerche nel Mediterraneo dove si sono alternati momenti di comunione e festa tra tutti i volontari i dirigenti di medambiente e i referenti dell’Università
**********************

MedAmbiente “Agricoltura Biologica”

Presso la sede di coordinamento di MedAmbiente Italy, è stato ampliato il gruppo di lavoro per la ricerca ed il censimento di tutti gli aspetti scientifici dell’Agricoltura Biologica.

Uno stimolo per arricchire le finalità del nostro “Rispetto della Terra”, attraverso la raccolta di studi, analisi, ricerca scientifica, ricerca storica, relazioni descrittive, legislazione, mostre, seminari, conferenze, incontri periodici con club e istituzioni italiane e estere su tematiche varie, connesse agli scopi istituzionali di MedAmbiente-Agricoltura.

Con la Dott.ssa Monica Grazia LUPPINO, il Dott. Gianpiero CRINITI, il Rag. Alessandro FRASCA' e diversi Volontari italiani ed esteri.

AGRICOLTURA BIOLOGICA –

L'agricoltura biologica differisce dagli altri tipi di agricoltura per molti aspetti. Essa favorisce le risorse rinnovabili e il riciclo, restituendo al suolo i nutrienti presenti nei prodotti di rifiuto.

Nell'allevamento del bestiame, la produzione di carne e pollame è regolata prestando particolare attenzione al benessere degli animali e all'utilizzazione di mangimi naturali.

Si rispettano i meccanismi naturali dell'ambiente per il controllo delle malattie e degli insetti nocivi e si evita l'impiego di fitofarmaci di sintesi, erbicidi, fertilizzanti, ormoni della crescita, antibiotici o manipolazioni genetiche.

In alternativa gli agricoltori biologici fanno ricorso ad una serie di tecniche che contribuiscono al mantenimento degli ecosistemi e riducono l'inquinamento.

Il pacchetto di riforme comunitarie noto come Agenda 2000 metteva molto l'accento sullo sviluppo rurale, facendone il "secondo pilastro" della PAC, e in tale contesto dava un'importanza centrale al rispetto dell'ambiente.

Le riforme in questione impongono agli Stati membri di adottare opportune misure di protezione ambientale per tutti i tipi di agricoltura.

Gli agricoltori dovranno ormai rispettare una serie di regole di base in materia ambientale senza ricevere alcuna compensazione finanziaria e si applicherà anche a loro il principio "chi inquina paga".

Tuttavia le misure agroambientali adottate nell'ambito dei programmi di sviluppo rurale offrono premi agli agricoltori che sottoscrivono impegni ambientali che vanno al di là delle buone pratiche agricole.

Gli agricoltori che praticano l'agricoltura biologica hanno diritto a premi agroambientali in quanto si riconosce che questo particolare sistema di coltivazione ha effetti positivi sull'ambiente.

L'agricoltura biologica può essere inoltre promossa mediante aiuti agli investimenti nel settore della produzione primaria, della trasformazione e della commercializzazione.

Una volta attuate tutte queste disposizioni, la politica di sviluppo rurale dovrebbe contribuire sensibilmente all'espansione di questo tipo di agricoltura. Per comprendere il ruolo svolto dall'agricoltura biologica all'interno della politica agricola dell'UE nonché il suo funzionamento specifico bisognerà analizzarla da diverse angolature, quali:

a)le preoccupazioni dei consumatori;

b)la garanzia di qualità e la regolamentazione relativa;

c) le dimensioni dell'agricoltura biologica nell'UE attuale;

d) il ruolo dell'agricoltura integrata;

e) l'agricoltura biologica e lo sviluppo rurale.
**********************

Conferenza stampa di presentazione della proposta di legge sui diritti
dell’infanzia

“ L ’ I N F A N Z I A H A D I R I T T O A L F U T U R O “

sabato 14 maggio 2005 alle ore 11,30

presso la sede della Federazione “Mediterraneo & Ambiente” sita in Via Luigi Sturzo –
ex Mercato Coperto - Marina di Gioiosa Jonica (R.C.)

a cura della
Consulta Provinciale dei Democratici di Sinistra per la tutela dell’Infanzia e l’adolescenza
“G. RODARI”

Introduzione

Franca MILAZZO – Coordinatrice Prov/le Consulta “G.Rodari” R.C.

Intervengono:

Gianni PENSABENE – Capogruppo al Comune di Reggio Calabria e coordinatore provinciale
del forum sociale dei DS

On.le Mimmo BOVA – Deputato

Partecipano:

Giuseppe BELCATRO: - Presidente Federazione Mediterraneo & Ambiente

Francesco MOLLACE - Portavoce Forum Terzo Settore della Locride

Sandra POLIMENI - Responsabile Servizi Sociali ASL n. 9 Locri

Carmela SANTO - Responsabile Cooperativa sociale Mystia.

Nel corso dell’iniziativa verranno illustrate varie proposte di legge, alcune delle quali di iniziativa popolare, che hanno la finalità di dare risposte ai bisogni sociali di larghissime fasce di popolazione sempre più impoverite dalle politiche del governo di centro destra; peraltro il rafforzamento delle politiche sociali in Calabria è assolutamente indispensabile per colmare la forbice delle disuguaglianze che divide in modo sempre più netto il Mezzogiorno dal Centronord.

In particolare la Consulta “G.RODARI” pensa che dal modo in cui si guarda al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza si può comprendere quanto la nostra società sia disponibile a costruire un futuro che abbia al centro dei suoi interessi non tanto bisogni indotti o virtuali quanto piuttosto esigenze vere, essenziali alla crescita ed allo sviluppo della persona umana. In altri termini si tratta di concepire culture politiche diverse, più vicine al sentire comune della gente ed un diverso e più coerente rapporto tra etica e politica.

In questa ottica la consulta G. RODARI, chiede, al nuovo governo regionale di mettere in campo tutte le risorse possibili per invertire radicalmente la rotta dando ai calabresi la possibilità di sperare che una diversa Calabria è possibile. Chiede, inoltre, a tutti i cittadini un impegno per il sì ai quesiti referendari, nella consultazione del 12 e 13 giugno: per i bambini calabresi una migliore e più efficiente sanità perché la salute di ogni bambino, ancor più di ogni altra creatura umana, è direttamente proporzionale ad una crescita equilibrata, serena e felice..

Chiede, attraverso la proposta di legge di iniziativa popolare zero-sei anni sui nidi e le scuole per l’infanzia, uguaglianza e pari opportunità di condizioni per ogni bambino. Chiede infine la limitazione del lavoro minorile, dello sfruttamento e della dispersione scolastica aspetti distorsivi particolarmente presenti nelle regioni del sud d’Italia.

Riuscire a vincere queste battaglie di civiltà significa far sì che bambini ed adolescenti del nostro paese ed in particolare del sud d’Italia possano crescere davvero liberi e sereni, qualunque sia il luogo in cui sono nati e vivono.

La conferenza stampa avrà il compito, nel presentare varie proposte di legge, di soffermarsi e porre all’attenzione dell’opinione pubblica queste importanti problematiche.

**********************

Seminario CAMPI ELETTROMAGNETICI;

saluti:

Sindaco Comune di Marina di Gioisa Jonica

Assessore ambiente del Comune di Marina di Gioiosa Jonica

Presidente del Consiglio Provincia di Reggio Calabria

Presidente Associazione Comuni della Locride

Presidente Conferenza dei Sindaci della Locride

Assessore Regionale alla Sanità

MODERATORE

Presidente del Consiglio Comunale di Marina di Gioiosa Jonica

RELATORI:

Giuseppe Nunziato BELCASTRO

“LOTTA ALL’ETTROSMOG”

P. MESITI Dirigente Medico Unita Operativa Igiene Pubblica AS 9 di Locri

“CORRELAZIONI TRA CAMPI ELETTROMAGNETICI E DANNI BIOLOGICI”

D. MACRI Ordine degli Avvocati della Locride

“NORMATIVE IN MATERIA DI ELETTROSMOG”

M. MONASTERIO Doc. Univ. Facoltà di Economia e Commercio di Messina

“Limiti e misure di uno sviluppo economico sostenibile”

G. L. BARRECA Giudice del Tribunale di Reggio Calabria

“ Orientamenti giurisprudenziali in tema di inquinamento”

PARTE DELLA RELAZIONE DI GIUSEPPE NUNZIATO BELCASTRO

L’argomento che tratterò in questo incontro è al centro di dibattiti internazionale dei nostri gruppi nazionali, sparsi nel Mediterraeno che da diverso tempo si occupano di elettrosmog.

Molti dei dati che illustrerò nella relazione fanno parte di una sintesi delle lotte e degli studi di MedAmbiente che si stanno conducendo in Italia.

Il tema assegnatomi in questo importante convegno lotta all’inquinamento elettromagnetico parte dalla situazione del nostro stato italiano alla luce della nuova legislazione, in materia di protezione dalle esposizioni ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici

La Legge N° 36 del 22 febbraio 2001 sancisce finalmente, dopo anni di discussioni ed aspre battaglie, la necessità e l’obbligo di garantire la tutela della salute dei cittadini in maniera molto più incisiva di quanto fatto fino ad ora.

L’aspetto maggiormente qualificante della legge è quello che affida agli Enti locali le competenze nell’individuazione dei siti adatti ad ospitare gli impianti di radio diffusione, radioelettrici e di telefonia mobile.

Negli ultimi tre anni la nostra Associazione si è impegnata notevolmente sul fronte dell’inquinamento elettromagnetico conseguendo importanti risultati in molte Regioni ed in Calabria;
in particolare abbiamo condotto una indagine di controllo e di studio sulla situazione dell’elettro smog in molti comuni delle realtà citate.

Il nostro impegno si prefigge di:

- individuare le maggiori sorgenti inquinanti quali gli elettrodotti i ripetitori radiotelevisivi e le stazioni radio base).

- controllare i punti maggiormente sensibili nelle (scuole, ospedali e centri di aggregazione) in prossimità degli impianti di trasporto dell’energia elettrica tipo gli (elettrodotti) e degli impianti di ricetrasmissione quali (ripetitori radio e televisivi e stazioni radio base della telefonia mobile) verificando i livelli dei campi elettromagnetici.

- verificare la presenza di soggetti portatori di apparecchiature radiomedicali (in particolare peis meker) in zone in cui erano già installati o in procinto di installazione impianti di telecomunicazioni.

- realizzare un’indagine epidemiologica nei siti maggiormente a rischio.

- verificare l’iter autorizzativo delle stazioni radio base della telefonia mobile.

- approfondire la conoscenza sugli studi scientifici condotti a livello nazionale ed internazionale sugli effetti biologici dei campi elettromagnetici.

- attuare una campagna di sensibilizzazione nei confronti della pubblica opinione sui rischi derivanti dalle esposizioni ai campi elettromagnetici.

- denunciare alle autorità competenti le situazioni irregolari riscontrate.

Il nostro progetto, molto articolato, si divide in due fasi principali:

1) raccolta dei dati e loro valutazione/elaborazione
2) denuncia delle violazioni di legge alle autorità competenti.

Nella prima fase i tec di MedAmbiente effettuano il controllo sul campo dei livelli di inquinamento elettromagnetico nei punti sensibili individuati.

Con strumenti in dotazione quali rilevatori di campo magnetico Lutron EMF 823 (per misurazioni in bassa frequenza), rilevatori di campo elettromagnetico PMM 8053 (per misurazioni in alta frequenza) e rilevatori campi RF Lx 1435.

Questo tipo di intervento VOLONTARIO E GRATUITO e viene operativamente realizzato sul territorio dai nostri "Gruppi Elettrosmog" formati da soci qualificati dal punto di vista ambientale e competenti tecnicamente; ogni gruppo è formato da 5 persone, tutti professionisti del settore quali Ingegneri elettrotecnici, Fisici elettronici e periti in telecomunicazioni.

In particolare verificano le numerose linee elettriche ad alta tensione (in più punti lungo il loro percorso) e diverse stazioni radio base della telefonia mobile oltre ai ripetitori radiotelevisivi.

La nostra modalità operativa è la seguente: individuazione dei punti maggiormente inquinati e a rischio e successiva misurazione certificata a norma di legge.

Sempre nella prima fase si svolge l’indagine epidemiologica nei comuni per accertare l’influenza dell’esposizione a rilevanti campi elettromagnetici sulla salute dei residenti.

Parallelamente ai monitoraggi si avvia un’intensa campagna di informazione sui risultati conseguiti, in particolar modo nelle scuole di ogni ordine e grado, organizzando incontri e convegni.

In riferimento a questa fase abbiamo organizzato importanti convegni nazionali, e vari convegni regionali per presentare i primi risultati della nostra campagna di monitoraggio.

La seconda fase consiste nella denuncia, alle autorità competenti, delle situazioni maggiormente a rischio riscontrate.

La nostra direzione settore Elettrosmog ma anche medambiente di varie regioni hanno presentato numerosi e dettagliati esposti ai seguenti Enti:
Ministero dell’Ambiente, Ministero della Sanità, all’Agenzia Nazionale Protezione dell’Ambiente e a varie Agenzie Regionali.

La nostra esperienza è sicuramente molto positiva; oltre a mettere in piedi in tempo record un efficiente gruppo specializzato all’interno della nostra Associazione in uno dei settori più complessi dell’inquinamento ambientale, siamo riusciti a creare un vasto fronte che in varie Regioni Italiane ed Estere ha coinvolto molti cittadini.

I risultati della campagna, con numerose foto che illustrano le situazioni più a rischio, sono stati inoltre messi in linea sul nostro sito Internet.

I contatti con le Istituzioni hanno rappresentato la parte più ardua del nostro lavoro; in particolare, molto negativa è stata l’esperienza in molti Comuni del Sud.

Alcuni comuni addirittura oltre a non collaborare in alcuna maniera si sono rifiutati addirittura di fornire documenti pubblici.

Per il Sud ed in particolare la Calabria ci sono dei grossi centri urbani, e altri piccoli comuni che rappresentano sicuramente l’apice negativo della nostra campagna;

ricordiamo che molte Amministrazioni, in totale spregio delle richieste di tutela della salute delle fasce più deboli, hanno consentito l’installazione di varie stazioni radiobase sui tetti di vari edifici a volte di proprietà degli stessi Comuni, nonostante le proteste dei residenti e dei genitori dei bambini di varie scuole situate anche a 30 metri dall’impianto e perfettamente irradiate dagli stessi!

Altre Amministrazioni comunali si sono dimostrate invece molto più sensibili al problema ed hanno seguito la strada della collaborazione attiva.

Altri Comuni hanno invece dimostrato di prendere in considerazione il problema solo quando si sono trovati sommersi dalla proteste, dimostrando un’attenzione più all’elettorato che alla salute dei cittadini.

Il nostro principale interlocutore per quanto riguarda le verifiche tecniche degli impianti sono state varie Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente.

I primi contatti sono stati problematici in quanto le strutture non erano pronte o appena create ed il settore di monitoraggio dell’inquinamento elettromagnetico era in fase di costituzione.

Va riconosciuto alle poche agenzie attive il grande sforzo prodotto per organizzare in tempi rapidi, efficienti gruppi di controllo delle radiazioni ionizzanti e non.

ORA COSA E’ NECESSARIO FARE

Per riuscire a districare l’intricata matassa dell’elettrosmog

è necessario a nostro giudizio un notevole sforzo che deve coinvolgere le Istituzioni e i cittadini.

Partiamo dalle strutture operative.

Per quanto le leggi possano essere valide stabilendo limiti di emissione sempre più restrittivi, il punto debole della catena è rappresentato dai controlli, ovvero dalla verifica dei singoli impianti.

Il ruolo dell’ARPA – Calabria è ovviamente prioritario e il carico di lavoro a cui il settore radiazioni, ionizzanti e non, si dovrà sottoporre sarà davvero pesante.

Si deve quindi procedere ad un serio potenziamento, con l’acquisizione di nuovi strumenti di misura e con l’assunzione maggiore personale competente; stanziando fondi per garantire l’efficienza di questa struttura anche in previsione degli impegni sempre maggiori a cui la stessa sarà sottoposta nell’immediato futuro.

Per quanto riguarda La Regione deve provvedere al censimento di tutti gli impianti di telecomunicazioni e trasporto di energia elettrica presenti sul territorio realizzando una precisa mappatura, deve inoltre procedere alla realizzazione di un piano di risanamento che porti nei tempi più rapidi possibili a:

- spostare i ripetitori radio televisivi situati nei centri abitati, individuando apposite zone con opportuna distanza di rispetto dalle abitazioni (la distanza dovrebbe essere calcolata in base al numero di ripetitori ed alle loro caratteristiche e non dovrebbe comunque scendere sotto i 500 metri); i progetti per lo spostamento/accorpamento degli impianti dovranno essere soggetti alla procedura di Valutazione dell’Impatto Ambientale)

spostare o interrare ove possibile gli elettrodotti in transito sopra i centri abitati, nella nostra regione ci sono molti elettrodotti che non rispettano nemmeno le più elementari norme di sicurezza.
verificare la situazione delle installazioni delle stazioni radio base della telefonia mobile con riferimento alla Direttiva CEE del 1996 /2 recepita dallo Stato Italiano con la Legge n° 189 del 1 luglio 1997.

mentre I Comuni da parte loro devono provvedere a realizzare rapidamente le opportune varianti ai propri Piani Regolatori e ai Regolamenti Edilizi per individuare le zone adatte all’installazione degli impianti di telecomunicazioni; tali zone dovrebbero essere situate ad almeno 300 metri dalle abitazioni.

Le stazioni radio base già esistenti sul territorio dovrebbero essere sottoposte ad un’accurata valutazione tecnico – urbanistica per verificare se le stesse potranno essere adeguate alle nuove normative nazionali e regionali, in caso contrario gli impianti dovrebbero essere spostati nelle nuove aree che verranno appunto indicate dagli Enti locali.

E’ necessario inoltre attuare una vasta campagna informativa, che dovrebbe essere realizzata da ogni Regione, per illustrare ai cittadini la situazione dell’inquinamento elettromagnetico a livello regionale; bisogna inoltre procedere ad informare la popolazione sul corretto utilizzo degli apparecchi di telecomunicazioni e degli elettrodomestici, puntando in particolare sui telefoni cellulari.

Su questo punto l’associazione hanno già realizzato e divulgato vari volantini e schede informative come quella che stiamo distribuendo da vari mesi in molte scuole della Calabria.

La nostra Associazione nell’ambito delle proprie campagne di educazione ambientale nelle scuole ha svolto numerose lezioni sull’elettrosmog, ed abbiamo notato come l’argomento sia in assoluto il più seguito dai ragazzi delle scuole superiori che sono tra i maggiori utilizzatori dei cellulari.

Al Convegno scientifico internazionale
"Il telefono cellulare è attualmente il più grande e numericamente importante esperimento epidemiologico sulla popolazione di cui vedremo i risultati in un prossimo futuro quando gli eventuali danni saranno in corso. Resta inoltre completamente folle esporre 30 milioni di persone ad un’inquinante senza avere la certezza che sia innocuo".

Quando i nostri tecnici sono entrati nelle abitazioni dei residenti, abbiamo rilevato livelli di inquinamento elettromagnetico da fare rabbrividire (10 - 15 V/m!)
e non sapevamo cosa dire a quelle persone che ci comunicavano di avere contratto il tumore e ci spiegavano, con quella calma propria di chi si è rassegnato ad un’inesorabile sorte, quanti dei loro vicini erano già morti per la stessa malattia.

Di fronte a questa situazione siamo rimasti allibiti e disgustati come ambientalisti ma soprattutto come cittadini di una Repubblica che all’articolo 32 della propria Costituzione sancisce il diritto fondamentale della tutela della salute dell’individuo.

Ecco quindi l’urgenza di un intervento che deve portare le Istituzioni non solo a fare chiarezza, chiudendo questa fase di deregolamentazione nella quale hanno potuto manovrare a loro piacimento le società della telefonia mobile nascondendosi dietro alla falsa realizzazione di un servizio di pubblica utilità, ma anche a recuperare un rapporto di fiducia con il cittadino che si ritiene a torto o a ragione l’unica vittima di questo stato di cose.

Questa, aldilà delle considerazioni tecniche e legislative, è la vera e più ardua sfida da vincere che impegnerà sia noi che le Istituzioni ed i loro rappresentanti nel prossimo futuro.

**********************

Riconoscimenti a MedAmbiente

Un impegno premiato

Ancora alla ribalta MedAmbiente , appartenenti alla Federazione Internazionale Mediterraneo & ambiente.
I Volontari del sodalizio, che agiscono sotto le direttive del Presidente Giuseppe Nunziato BELCASTRO, dopo aver condotto, in questo ultimi anni , diverse iniziative a salvaguardia del territorio, educazione ambientale, prevenzione e studi ambientali, durante la presentazione del piano di protezione civile del Comune di Roccella, hanno ricevuto il diploma di benemerenza con medaglia per l’opera svolta in questi anni.

Le onorificenze, conferite dal Presidente del Consiglio, Ministro dell’interno e Consolato del Marocco sono state un atto dovuto, secondo il parere di molti, “Per lo spirito di vera abnegazione” che i Volontari di MedAmbiente compiono quotidianamente.

Il primo cittadino, durante la cerimonia, ha espresso apprezzamenti per l’attività svolta ai Volontari, ai Dirigenti, dell’Associazione ed in particolare al Presidente Giuseppe Belcastro per il coordinamento brillante e lo stile degli interventi effettuati, “Testimoniano l’opera e l’impegno prestati nello svolgimento delle attività connesse all’emergenze in Calabria, in Italia e nel mondo in questi anni”.

**********************

1° CORSO DI FORMAZIONE CORO DEL MEDITERRANEO

FEDERAZIONE INTERNAZIONALE MEDITERRANEO & AMBIENTE”

IL CORSO PREVEDE LA FORMAZIONE DI CANTANTI PER UN CORO DEL MEDITERRANEO. OGNI LEZIONE E’ STRUTTURATA IN MODO DA PREPARARE OLTRE ALLA TECNICA CANORA ANCHE ALLA LETTURA DELLA PARTITURA, INOLTRE VERRANNO AGGIUNTI “ASCOLTI GUIDATI” E BRANI ADEGUATI ALLA MATURAZIONE DEL SINGOLO E DEL CORO.

UNA VOLTA RAGGIUNTA UNA SUFFICIENTE AUTONOMIA, DI OGNI SINGOLO COMPONENTE DEL CORO, GLI STUDI E I BRANI DEL CORO SARANNO MIRATI SULLA RICERCA ETNICA ED IN PARTICOLARE SULLA “MEDITERRANEITA E L’AMBIENTE”. NON SI ESCLUDE PERCIO’ L’ESECUZIONE DI BRANI INEDITI OLTRE AL NORMALE PROGRAMMA.

PROGRAMMAZIONE PER IL CORSO DI CANTO :

1) TECNICA VOCALE

a) La voce e la respirazione

b) L’emissione del suono a bocca chiusa

c) Lo strumento voce, diaframma e polmoni

d) Cantare le vocali

e) L’altezza del suono

f) Cantare le consonanti (VERIFICA)

g) L’intensità del suono

h) Il canto e la ritmicità interpretativa

i) Il timbro del suono

j) Il fegato

k) L’impostazione

l) I vocalizzi

m) L’attacco

n) L’appoggio

o) Il falsetto
(VERIFICA)

p) I registri: la voce si trasforma

q) Classificazione delle voci umane

r) I passaggi (VERIFICA)

s) Espressività e tecnica

t) Evoluzione del canto dal lirico al moderno

u) Terminologie tecniche

Le vocalità del coro (VERIFICA)

v)

LA MUSICA

2)

a) Il tempo e il ritmo

b) suoni e pause

c) gli accenti, battere e levare

d) il pentagramma e le note

e) la scala e l’intervallo, gradi e toni

l’ottava, simboli valori e sillabe

f)

I volontari di MedAmbiente credono fortemente nella sensibilizzazione e nell’educazione ambientale e musicale come importante passo verso l’acquisizione di una conoscenza e di una consapevolezza ecologica e etnica. Uno dei compiti fondamentali della Federazione Internazionale è infatti quello di divulgare le conoscenze maturate al più alto livello scientifico ed informare e sensibilizzare i giovani, in modo che ciascun individuo sia in grado di compiere scelte mature e responsabili. Il 1° corso e la scuola di musica e canto del Mediterraneo , in questo, è un nuovo potente alleato.

Le diverse attività nel corso sono ideate a cura del Comitato Tecnico Scientifico della Federazione Mediterraneo & Ambiente e condotte da esperti nei vari settori di intervento che utilizzano materiali didattici appositamente predisposti.

Federazione Internazionale “ Mediterraneo & Ambiente ”

Sede di Coordinamento MedAmbiente Italy Piazza Luigi Sturzo

89046 Marina di Gioiosa Jonica RC

E-mail: info@medambiente.it Sito Web: www.medambiente.it

****************************
Federazione Internazionale Mediterraneo & ambiente

Programma 2006
Direzione Sport e Ambiente

TREKKING

Cascate del Maesano
( S. Stefano d’Aspromonte )

Puntone Galera
( Samo-Aspromonte )

Cascate del Marmarico
( Bivongi- RC)

Pietra Mazzulisà
( San Luca –Aspromonte )

Forgiarelle
( Montalto-Aspromonte )

Oasi della Scialata
(San Giovanni di Gerace)

ROCCIA

Torri di Canolo
( Aspromonte )

Tre Pizzi
( Ciminà –Aspromonte )

Vetta di Pietra Cappa
( S. Luca –Aspromonte )

Monte Consolino
( Stilo )

Via degli Sparvieri
( Pollino )

Via delle Aquile
( Pollino )

SPELEOLOGIA

Serra del Gufo
( Cerchiara di Calabria - Pollino )

Bifurto
( Cerchiara di Calabria - Pollino )

Balze di Cristo
( Cerchiara di Calabria - Pollino )

Grotta del Romito
( Canolo - R C )

Grave Grubbo
( Verzino - K R )

Stige
( Verzino - K R )

Avis
( Mendicino di Cosenza )

Ramo del Fiume
( Morano Calabro- CS )

Grotta delle Fate
( Placanica - RC )

TORRENTISMO

Cascate del Maesano
( Santo Stefano d’Aspromonte )

Cascate Forgiarelle-F.ra la Verde
( Montalto – Samo )

Grimavolo
( Pollino )

Gole del Furrìa
( Bova Superiore – Roghudi )

Gole del San Leo
( Roghudi – Africo )

Raganello Ponte d’Ilice
( Pollino )

Butramo alto
( San Luca –Aspromonte )
Butramo basso

( San Luca –Aspromonte )

Butramo integrale
( San Luca –Aspromonte )

Allaro
( Serre Vibonesi- S. Nicola di Caulonia )

Raganello Ponte del Diavolo
( Pollino )

Alcantara
( Taormina )

Cascata Salinu
( Mammola –Limina )

PROGETTI E REALIZZAZIONI VARIE PER IL 2006

Studi e Ricerche Petrografiche di Gerace sotterranea

Studi e Ricerche Allaro ( Caulonia RC e Nardodipace VV )

Dimostrazioni di Tecniche su corda sul M.te Consolino ( Stilo)

Realizzazione Mostre e filmati “Le forre d’Aspromonte e della Calabria”

Costituzione gruppo Guide Ambientali

Distribuzione e proiezioni varie per lungomari e campeggi

SUBACQUEA

Grotte di Lazzaro

Grotte di Palmi

Grotte di Bagnara

Grotte di Scilla

Relitti di Roccella 42 e 75 mt

ITINERARI PER GRUPPI

TREKKING

Pietra Cappa - Tre Pizzi - Puntone Galera

TORRENTISMO

Salinu – Allaro – Butramo - Furrìa

ROCCIA

Sentiero delle Tre Torri

Modalita’ di partecipazione nei nuovi progetti

Per qualsiasi disciplina bisogna tesserarsi all’Associazione MedAmbiente-Italy

Età sopra i 18 anni € 20,00

Fino a 18 anni € 10,00

Torrentismo:

Iscrizione Associazione Italiana Canyoning € 10,00

Copertura assicurativa minima annua € 38,00

Speleologia:

Ad ogni uscita pagamento del tagliando Assicurativo giornaliero € 2,00

Arrampicata:

Iscrizione alla Federazione Arrampicata Sportiva Italiana € 16,00

Il Programma generale e tutti i percorsi verranno diretti dal Dirigente Natale Amato. I corsi preparatori si svolgeranno presso la sede della Federazione Internazionale Mediterraneo & ambiente MedAmbiente- Italy, sita in Via Luigi Sturzo Ex Mercato Coperto 89046 Marina di Gioiosa Jonica RC.

Per informazioni e preadesioni Segreteria MedAmbiente Italy

Telefono

0964-417846

Dirigente Sport & Ambiente MedAmbiente Italy

E-mail: natalea@medambiente.it

Cell. 338-7563549

Presidenza Feder. Int. Mediterraneo & Ambiente

E-mail:presidenza@medambiente.it

Resoconto delle attività del Gruppo Speleo

• • Ricognizione fotografica e rilievi topografici delle miniere di ferro di Macariace a Mammola.

• • Esplorazione delle maggiori cavita’ di Verzino (Kr) (Grotte nei Gessi).

• • Raduno di speleologia “Odissea nel Mediterraneo”,;

• • Inizio di mini-corsi di iniziazione alle tecniche base su corda presso le pareti naturali delle Torri di Canolo;

• • Escursione, gruppo speleo, presso la grotta del Milogno sita a Guardia Piemontese;

• • Escursione speleo presso la Grotta dell’Avis di Mendicino di Cosenza;

• • Escursioni di trekking nel Parco Nazionale d’ Aspromonte (Cascate del Maesano, Monte Tre Pizzi, Puntone Galera);

• • Realizzazione ed inizio della mostra itinerante di speleologia per le scuole della Calabria

• • Ideazione di un percorso escursionistico-alpinistico presso le Dolomiti del Sud a Canolo;

• • Escursioni presso i nuovi sentieri attrezzati nel territorio di Canolo Vecchio;

• • Reportage fotografico della Grotta dell’Avis di Mendicino;

• • Esplorazioni e lavori di documentazione della Grotta delle Fate a Placanica;

• • Produzione documentazione fotografica dei boschi dell’Archiforo nel territorio delle Serre Vibonesi;

• • Mostra alla scuola media e dimostrazione di tecniche di soccorso Nardodipace (VV);

• • Organizzazione della giornata di eco-escursionismo alle Gole del Mazzuccari e Grotta delle Fate a Placanica, con numerosi giovani studenti;

• • Esplorazioni delle Gole dell’Alcantara (ME);

• • Esplorazione, unitamente ai gruppi speleo di Mendicino e Alessandria del Carretto, delle Gole del Càccavo presso S.Lorenzo Bellizzi;

• • Ultimazione dei lavori esplorativi della Grotta delle Fate;

• • Realizzazione della parete artificiale per il corso di arrampicata nella sede di M.na di Gioiosa J.

• • Primo corso regionale di arrampicata sportiva a Canolo V.;

• • Attrezzamento e prima traversata integrale delle gole del fiume Allaro di Caulonia;

• • Serie di serate di proiezioni di diapositive inerenti l’attivita’ del gruppo, presso sale Pro-Loco, alberghi e campeggi;

• • Escursioni di torrentismo e trekking fluviale sui fiumi di maggiore interesse (Allaro, Butramo, Raganello e Precariti);

• • Realizzazione col gruppo Speleo Cudinipoli di Mendicino di un ampio servizio dia-fotografico delle magnifiche e selvagge gole del fiume Butramo (S.Luca);

• • Corso di specializzazione in speleologia marina a Palinuro (Sa);

• • Inizio mini-corso di speleologia;

• • Grotta dell’Avis;

• • Escursione di trekking Puntone Galera-Cascate Forgiarelle;

• • Esplorazione della Grotta di Serra del Gufo;

• • Arrampicata su falesia presso le Dolomiti del Sud di Canolo V.;

• • Escursione presso la cascata di Salino –Mammola;

• • Escursione alle cascate del Maesano-S.Stefano d’Aspromonte.

********************************

CONVEGNO : AMBIENTE E TERRITORIO

Nella sede della Federazione Mediteraneo & ambiente a Marina di Gioiosa Jonica , si è svolto, nell’ambito delle iniziative di educazione ambientale nel Mediterraneo che questa sede porta avanti già da qualche anno, un convegno riguardante ambiente e territori.

Il convegno ha visto la presenza di relatori dell’Università degli studi di Messina e di Reggio Calabria, autori di interessanti studi geologici, naturalistici e petrografici.

Ha aperto i lavori Giuseppe Nunziato Belcastro che ha evidenziato come la collaborazione fra la Federazione e le Università già iniziata in precedenza , debba considerarsi momento importante e necessario per un proficuo lavoro e ha ribadito l’impegno, per i prossimi anni, di promuovere nuove ricerche e studi sul territorio con la creazione di gruppi di esperti che elaborino proposte di salvaguardia ambientale, una didattica ambientale che porti che porti le popolazioni ma soprattutto i giovani ad una consapevolezza ecologica.

La dott. Giuseppina Commisso, Presidente del Comitato Tecnico Scientifico della Federazione, ha dimostrato attraverso esempi concreti come nel progettare una qualunque opera dell’uomo bisogna prima studiarne attentamente e con coscienza le possibili conseguenze che ne potrebbero derivare, pena la distruzione dell’ambiente e il disagio per le stesse popolazioni interessate.

I Relatori delle Università Messina e Reggio Calabria, in maniera aperta ed informale, hanno tracciato le prime linee entro cui si muove uno studio geologico del territorio, informando sull’estrema unicità e interesse che riveste la zona calabrese e la zona siciliana ad essa collegata, considerate erroneamente di tipo appenninico.

Gli studiosi hanno poi evidenziato le difficoltà di interessare a questi temi una vasta parte di popolazione e la necessità di divulgare in modo semplice e alla portata di tutti, senza accademismo, gli argomenti relativi alla salvaguardia dell’ambiente, anche stimolando la creazione di musei collegati fra loro in un percorso logico per la valorizzazione delle memorie relative alla propria terra e al nostro rapporto con essa.

Dopo gli interventi del pubblico con domande stimolanti come quelle relative all’impatto ambientale del futuro ponte sullo stretto, si è dato appuntamento ad ulteriori incontri di approfondimento che l’Associazione si propone di effettuare in questo anno.

Giugno 2007 , MedAmbiente ha invitato i cittadini di Marina di Gioiosa Jonica a curare meglio e riscoprire il verde il parco centrale e i giardini periferici. L’iniziativa ha coinvolto centinaia di studenti e cittadini per la pulizia dei giardini e per la raccolta Differenziata.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

MedAmbiente – Appuntamenti Maggio 2007

Convegni, Manifestazioni, Seminari e Corsi: Marina di Gioiosa Jonica, Bellinzago, Castelletto Ticino, Oleggio, Roma, Bologna, Butrio, Melito Porto Salvo, Bucarest, Torino, Aosta, Ascoli Piceno, Roma, Orvieto, Ischia, Padova, Marina di Ravenna, Roccella Jonica e Bivongi.

0) Corso di Mobility per i giovani
a Marina di Gioiosa Jonica e sedi MedAmbiente area Calabria. I Club della Federazione ospiteranno fino al 31 maggio una serie di incontri sulla Mobilità Giovanile in Europa e sul Servizio di Volontariato Europeo. Il percorso si propone di illustrare i programmi Europei in Italia.

1) Visite al Mulino Vecchio di Bellinzago
Nei fine settimana e nei giorni festivi sarà visitabile il Mulino Vecchio di Bellinzago (NO), centro regionale di educazione ambientale, (raggiungibile dalla Statale 32, poi attraversando il centro del paese omonimo). Nell'antico edificio, immerso nel verde di prati e boschi, si possono vedere, oltre alle antiche ruote, la sala macine, con i meccanismi ancora funzionanti, la cucina e altri ambienti che ospitano mostre tematiche.
Orari: sabato dalle 14.30 alle 18.30; domenica e festivi dalle 10.00 alle 18.30. Gratuito.

2) Mostra di ceramiche di Giovanni Crippa
Maggio 2007 Presso il Mulino Vecchio di Bellinzago (NO), (raggiungibile dalla Statale 32, poi attraversando il centro del paese omonimo), sarà visitabile nei fine settimana e nei giorni festivi una Mostra di ceramiche di Giovanni Crippa.
Orari: sabato dalle 14.30 alle 18.30; domenica e festivi dalle 10.00 alle 18.30. Gratuito.

3) Giornata di raccolta rifiuti
20 Maggio, Giornata straordinaria di raccolta rifiuti nei boschi e nel territorio dell'area protetta del Parco Piemontese del Ticino. L'evento è organizzato sotto il coordinamento della Prefettura di Novara dall'Ente Parco in collaborazione con i Comuni, Provincia, Corpo Forestale dello Stato, Croce Rossa, Protezione Civile, Corpi volontari. e molte altre Associazioni di volontariato.

4) Ticino Trekking
13 Maggio Al Parco Piemontese del Ticino, secondo appuntamento di primavera con le escursioni del Ticino Trekking. Ritrovo alle 14.30 a Castelletto Ticino (NO), al Parco Comunale G: Sibilia. L'itinerario ad anello "Dalla peschiera sul fiume al Bosco del Monte", porta in circa tre ore alla scoperta di un antico manufatto per la pesca, costeggia un tratto del fiume che scorre lento e ampio, sale in una zona boscosa ricca di latifoglie e pini silvestri e ritorna al punto di partenza, dove ci sarà un momento di ristoro. Le passeggiate di Ticino Trekking, gratuite, condotte da accompagnatori naturalistici abilitati, sono in programma da maggio a ottobre e si snodano su sei facili percorsi, alla portata di tutti, nelle terre comprese tra valle del fiume e colline moreniche, per conoscere camminando il territorio del novarese ed apprezzarne le risorse, i luoghi e la storia.

5) Visite guidate all'area "Le Ginestre"
Dal 1 al 31 Maggio, Visite guidate gratuite all'area "Le Ginestre", (raggiungibile da Oleggio (NO), dalla Statale - ora provinciale - 527, Oleggio-Malpensa), con apertura dalle 14.00 alle 18.00. Per scoprire alberi, fiori, fauna, un laghetto e un sentiero botanico, in una cava bonificata restituita alla natura e curata dall'Associazione "Amici del Bosco/squadra AIB di Bellinzago".

6)L’IBC AL FORUM PA
L'IBC partecipa quest'anno al Forum PA - Mostra convegno dei servizi ai cittadini e alle imprese (Fiera di Roma 21-25 maggio) con due presentazioni all'interno dell'area incontri dello stand della Regione Emilia-Romagna (pad. 7), giovedì 24 maggio dalle 12 alle 13 e dalle 16 alle 17. il tema degli incontri è "Beni culturali: sistemi integrati per l'accesso alla conoscenza".

7)FRUTTI DA MUSEO
A Bologna l' Aula Magna della Biblioteca Universitaria ospita fino al 12 maggio una mostra dal titolo "Frutti da museo: arte e scienza al servizio di Pomona". Il percorso espositivo si propone di illustrare, attraverso una scelta documentazione bibliografica e museografica degli ultimi quattro secoli, l'evoluzione della biodiversità delle piante da frutto coltivate in Italia. In mostra anche illustrazioni scientifiche di grande valore storico-artistico.

8)AUGUSTO MAJANI-NASICA A 140 ANNI DALLA NASCITA
A 140 anni dalla nascita, le città di Bologna e di Budrio ricordano il budriese Augusto Majani-Nasica (1867-1956), pittore, illustratore e caricaturista, con una serie di iniziative espositive, unite sotto il titolo “Augusto Majani-Nasica. Acquisizioni del Comune di Budrio”, e un catalogo. Fino al 3 giugno.

9) Giornata Internazionale dell’Europa Italia-Romania

Festeggiamenti del 9 Maggio 2007 per la Giornata internazionale dell’Europa denominata “ L’Europa siamo Noi”. La manifestazione si svolgerà contemporaneamente presso le scuole del Comune di Melito Porto Salvo in Italia e presso l’Università di Bucarest in Romania, organizzata dalla Federazione Internazionale “Mediterraneo & Ambiente” diretta da Giuseppe Nunziato Belcastro e dall’Associazione “Pame Ambro” Onlus presieduta da Peter Ofmann, in collaborazione con MedAmbiente Italia, MedAmbiente Romania, con Palmo di Rupe Società Cooperativa Sociale, con I.S.E.S.P Istituto Superiore Europeo di Studi Politici di Reggio Calabria, Facoltà Universitarie di Bucaret e il patrocinio del comune di Melito Porto Salvo. Di rilievo la partecipazione del Console del Marocco Nicola Chiaravalloti.

10) 7/8 maggio CAR DESIGN - Towards higher challenges International conference, organizzata da ATA
Centro Congressi Torino Incontra

11) 16/19 maggio Catania Giornate di approfondimento sugli aspetti tecnico normativi riguardanti la produzione di energia da fonte rinnovabile. Giornate organizzate da Aper (Associazione produttori di energia da fonti rinnovabili) con il patrocinio della Provincia di Catania.

12) 17/18 maggio Forte di Bard Bard (Aosta) International Workshop - Future Perspectives on Cooperative Systems for a Safe and Sustainable Mobility International workshop

13) Ascoli Piceno, 9 - 11 Maggio 2007 - VIII Giornate Psichiatriche Ascolane
La dimensione vissuta dello spazio e del tempo. Contributi psicologici e psichiatrici
Dipartimento di Salute Mentale di Ascoli Piceno

14) Roma, 10-11-12 Maggio 2007 - Congresso internazionale
Personalità e relazione. Un gioco polifonico tra le parti
Università degli Studi "La Sapienza" Roma
VI Centro di Psicoterapia Cognitiva
Associazione di Psicologia Cognitiva - Scuola di Psicoterapia Cognitiva

15) Orvieto , 13 maggio 2007 - Simposio dibattito
Violenze. Radici culturali economiche, religiose e sociali della violenza sul femminile

16) Ischia, 18 Maggio 2007
Le rappresentazioni della follia. Stigma e pregiudizio, dalla stultifera navis alla chiusura dei manicomi ASL NA 2 - Dipartimento di Salute Mentale

17) Padova, 25 e 26 Maggio 2007 - Convegno internazionale
Investigazione empirica su un processo di psicoterapia psicoanalitica
Master in "Genitorialità e sviluppo dei figli: interventi preventivi e psicoterapeutici"
D.P.S.S.- Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione
Università degli Studi di Padova - Facoltà di Psicologia

18) Arrampicata Sportiva MARINA DI RAVENNA (RA) 12-13 maggio 2007 2° FINALE Trofeo U14 2006/07 prova di difficoltà, velocità e boulder

19) Giornata dell’Ambiente
Domenica 6 Maggio 2007 Giornata straordinaria di raccolta rifiuti nel porto di Roccella Jonica, e nel territorio cittadino e costiero. L'evento è organizzato sotto il coordinamento della Federazione Internazionale Mediterraneo & Ambiente e dall’Amministrazioen Comunale di Roccella Jonica in collaborazione con Comuni limitrofi, Protezione Civile, Scuole, Corpi volontari. e molte altre Associazioni di volontariato.

20) Visite alle Cascate del Marmarico di Bivongi
Nei fine settimana e nei giorni festivi di Maggio visite alle Cascate di Bivongi (RC), con MedAmbiente Bivongi. Cascate del Marmarico, immerse nel verde e boschi
Orari: sabato dalle 8.30 alle 18.30; domenica e festivi dalle 8.00 alle 18.30. Gratuito.

MedAmbiente - Laboratori per bambini e ragazzi 2017/2020 al Centro Educazione Ambientale di MedAmbiente

Laboratori per bambini e ragazzi al Centro Educazione Ambientale di MedAmbiente
Il Centro di Educazione Ambientale  di MedAmbiente a Marina di Gioiosa Jonica propone i nuovi laboratori creativi del programma “AMBIENTE & SCUOLA IL PROGETTO PER UN’ ALLEANZA NECESSARIA NEL MEDITERRANEO” .

MedAmbiente - Finanziamenti Life Azione Ambiente Clima

Il programma “LIFE: azione per l’ambiente e per il clima” (201-2020) sostituisce il precedente Programma LIFE+ (2007-2013) ed ha un ruolo significativo nell’attuazione dei principali interventi legislativi dell’Unione europea in campo ambientale, quali le direttive “habitat” e “uccelli” e la direttiva quadro in materia di acque. Tra le principali caratteristiche del nuovo programma “LIFE” si possono citare:

MEDAMBIENTE - PROG: “ROM E NON ROM 2017/2020” CON CORSI DI CERAMICA, ARTE TERAPIA E ARRAMPICATA SPORTIVA

Attività  con ripetizioni scolastiche con bambini e ragazzi Prog: “Rom e non Rom 2017/2020” con corsi di ceramica e arte terapia per conoscersi tra di loro e per diventare amici.
 
In più, per i bimbi rom con disagi gravi un programma educativo didattico tra legalità e ambiente abbinato ad un corso base di arrampicata sportiva per facilitare il proprio inserimento e instaurare relazioni con i propri coetanei non rom.

MedAmbiente - PROGETTO: “RETE INTERCOMUNALE DEI CENTRI GIOVANILI DELLA LOCRIDE”. CALENDARI INCONTRI IN-FORMATIVI DI PREPARAZIONE AL COLLOQUIO SELETTIVO

Con lo scopo di fornire maggiori informazioni sui contenuti del progetto di servizio civile e sulle pratiche che verranno utilizzate nel settore dell’animazione giovanile e della formazione con i giovani, l’ente ha previsto la realizzazione di un incontro informativo e formativo per i candidati ammessi al colloquio selettivo per la sede di Locri.

MedAmbiente - PARTECIPA CON VIVO CORDOGLIO AL DOLORE DELLA FAMIGLIA RIPOLO - BELCASTRO

Si terranno oggi pomeriggio Lunedi 23 maggio alle ore 16,00 presso la Chiesa di San Nicola di Bari a Marina di Gioiosa Jonica i funerali del sig. Vincenzo Ripolo, padre di Carmela Ripolo, dirigente della Federazione Medambiente. A Carmela e al marito Giuseppe Nunziato Belcastro, presidente di MedAmbiente, da sempre impegnati nel Sociale, vanno le più sincere condoglianze dalla Direzione di MedAmbiente.

MEDAMBIENTE - OSSERVATORIO AMBIENTALE - Pec: Interventi sugli arenili e salvaguardia dei nidi di tartaruga della specie Caretta caretta.

Ai Sigg. Sindaci di
Locri
S.Ilario sullo Jonio
Ardore 
Bovalino
Bianco 
Grotteria 
Marina di Gioiosa I.
Roccella Jonica
Caulonia
Riace
Monasterace
e p.c.
Direzione Marittima 
Reggio Calabria

Oggetto: Interventi sugli arenili e salvaguardia dei nidi di tartaruga della specie Caretta caretta.

Pagine